ritorna alla home page le vostre parole vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre > la lettera più bella

LETTERA IN CONCORSO

Ciao Irene...
Brutta serata Irè...alterno euforia a depressione, ero così in alto, ora continuo a scendere.
Ho deciso di prolungare i miei 10 giorni in Germania...sai ho lasciato una storia ad Amburgo.....gran bella storia...vecchia di 8 anni.
Ho le dita che sanno di fumo e tabacco, odio fumare…ma ogni tanto...quando un amico mi hiede compagnia...come si dice, una spalla...
Stasera non le avrei mai chiesto di andare via....forse non le avrei neanche chiesto di restare, fino a che non fosse stata lei a chiedermelo...avrei finto sufficienza e fastidio e poi l’avrei pregata di dormire accanto a me...
Ma non avrei dormito...Avrei osservato il suo corpo inerme, avrei osservato il suo volto tra le braccia di Morfeo, non l'avrei sfiorata neanche con un dito, ma avrei disegnato sul mio cuscino il profilo del suo viso...
Avrei vegliato su di lei tutta la notte e quando avrebbe aperto gli occhi, mi sarei avvicinato, le avrei accarezzato i capelli ed avrei goduto del calore delle labbra calde di chi esce dal regno del sonno...e poi? Credo che poi avrebbe iniziato a ridere e a parlare degli schemi, della sua diversità, di me e del mio curriculum, del fatto che lei è diversa, che andrà via, che m'immaginava diverso, che non sono stato gentile. Io l'avrei fatta parlare, in silenzio, avrei finto di ascoltarla ma in realtà avrei continuato a fissare le sue mani e i capelli che le cadevano davanti agli occhi mentre cercava una giustificazione ad ogni cosa, mentre cercava di rialzarsi dalla merda in cui credeva di essere caduta...in fondo non sono altro che parte di una umanità che detesta.
Ora avrei voglia di chiamarti, ma tu non sei normale, tu sei come me...
Ai sogni non si parla, li si vive, li si racconta, ai sogni come te si scrive quando si è soli nella tenda...quando tutto il resto finisce...
Quello che stai leggendo ora ha cancellato 3 righe di cose che forse non saprai mai...non so perchè l'ho fatto...non so cosa ho scritto ma un raptus di razionalità m'ha rapito...
Così è andato via, l'ha portato il vento che soffia da nord, quello che noi chiamiamo "vient' e terra". Io detesto tutto ciò che non viene dal mare...la brezza non porta razionalità..solo passione...
Poi cerchi qualcuno a cui raccontare tutto, e ogni parola che pronunci ha un peso ed un profumo diverso che ti provocano dolore dentro perché ti fanno rivivere tutto come se fosse stato nel momento stesso in cui lo racconti...E l'altro/a, amico o sconosciuto che sia, ti ascolta un po’ per cortesia, un po’ per il senso di patetismo e di avventura che ci metti nel raccontarlo, e ti fa parlare e pensa ad altro, ed ogni tanto ti pone qualche domanda giusto per fugare un tuo piccolo eventuale dubbio riguardo al fatto che egli stia o meno ascoltando il tuo racconto. In realtà l'ascoltatore tipo non se ne frega niente della magnifica esperienza che racconti.
Sai, cara Irene, ho pianto tanto stasera. Quei lacrimoni li mettiamo sempre in preventivo, e guai se non ci fossero...Li mettiamo in conto insieme alle notti bianche, insieme alle lettere spedite, insieme alle magliette col profumo impregnato dentro, insieme alle decine di schede telefoniche lasciate in tasca come se il dialogo fosse ancora presente lì dentro e non vuoi lasciarlo scappare via, insieme alle foto sempre a portata di mano, insieme a qualche rimorso per non averlo fatto, insieme ai biglietti dei treni, con date che almeno per me raggiungo ormai quasi dieci anni, insieme ai libri sulle cui pagine chiedi sempre l'impronta di chi ha contribuito a
rendere indimenticabile quel tuo piccolo grande pezzo di vita...
Ti stringo forte

l’uomo che vende angurie

PS: ogni volta che mi scrivi, mentre leggo mi viene sempre quello strano mal di stomaco...

di: Angelo Angellotti
titolo: ciao irene

DAI IL TUO VOTO A QUESTA LETTERA

leggi i commenti

segnala questo sito a un amico!