ritorna alla home page le vostre parole vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre > la lettera più bella

LETTERA IN CONCORSO

Una mail per sbaglio

Ti ho sognato mentre mi eri sdraiato accanto e mi abbracciavi dolcemente, percepivo il tuo respiro dimesso tra i miei capelli, il calore che emanava il tuo nudo corpo, ed il quell’istante ho avuto chiaro cosa fosse per me la felicità: quello starti accanto a quel modo, quel gradito riposo dopo la frenesia orgasmica, quel piccolo e semplice nido creato solo per noi.
Sorrido ripensando che sei entrato nella mia vita in punta di piedi e senza far rumore: una mail mandata per sbaglio, una strana coincidenza che ci mise in contatto, da allora nulla fu più uguale a prima e tutto fu raccontato, condiviso, messo in comune. Lo so, nessuno potrebbe mai capire: io non ti ho mai visto, non conosco le tue sembianze, o i tuoi occhi, ne le movenze mimiche eppure ti amo non so da quanto ne perché, ma ti amo profondamente, come mai ho amato, amo la tua anima, la percezione che ne ho, amo il tuo scrivermi, il tuo modo di porti, amo la tua disponibilità a metter sul tavolo della discussione qualunque argomento, amo l’energia che mi infondi e il tuo affetto verso il mondo. Ti amo con tutta me stessa e anche di più. Ti amo semplicemente e inevitabilmente e non potrei non amarti perché sei l’aria che mi nutre, sei il sole che feconda, sei neve che copre, fuoco che purifica. Io sono mezza mela e tu sei la parte che mancava a completarmi. A lungo ti ho cercato, scrutando attentamente tra gli sguardi frettolosi della gente, tra i vocii e i bisbigli, tra la confusione o nel silenzio più totale, e alla fine tu hai trovato me.
GRAZIE da più profondo del mio cuore: grazie per aver trasformato anche la giornata più cupa in un piccolo tesoro da scoprire racchiuso dentro le tue mail, per avermi donato un sorriso lieve, accennato o sonoro, grazie per l' inevitabile magone quando estasiata ho letto e riletto le tue poesie, grazie per avermi fatto compagnia quando la tristezza mi ha tenuta in catene e le lacrime non hanno voluto abbandonare le mie gote, grazie per essere parte della mia quotidianità, per la compagnia a cui mi sono così tanto abituata, grazie per essere così straordinariamente unico. Sul filo sottile della serendipità, non posso fare a meno di considerare quello sbaglio che ti condusse a me, un dono speciale di dio, del destino o di qualunque altra entità governi il divenire umano. Sono tante le cose belle che mi sono capitate nella vita e tu sei una di esse. Sei un granello di polvere siderea reduce della frantumazione di qualche stella cadente che luccica qui sulla terra, ma anche nel mio cuore, lo riscalda, gli da luce col suo piccolo lumicino, lo arricchisce con la sua presenza. Grazie per avere fregiato con l'aggettivo di "speciale" l'AMORE e per aver completato il suo arcobaleno con un nuovo colore che comprende tutti gli altri.
Ti amo e ti amerò per sempre.

di: Daniela Scimeca
titolo: una mail per sbaglio

DAI IL TUO VOTO A QUESTA LETTERA

leggi i commenti

segnala questo sito a un amico!