ritorna alla home page le vostre parole vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre > la lettera più bella

LETTERA IN CONCORSO

4 Dicembre 2001 h. 23.30

Anche per stasera mi sono sfogata, ho pianto, tante lacrime sono scese dal mio volto e tanto dolore, rabbia, odio e amore porto ancora dentro di me.
Tutto mi sembra insormontabile, non riesco a pensare ad un futuro in questo momento o per lo più cerco di farlo, ma è così oscuro. Lo avevo progettato con Ricca, o meglio lo avevamo sognato insieme io e lui, come una cosa della quale eravamo sicuri, pieni di gioia nel realizzarla. E pensare che è stato Ricca a sognare il giorno del nostro matrimonio. In spiaggia a Riotorto, con un pareo e tanta voglia di amarci. Molto probabilmente accadrà così, ma Ricca non sarà più al mio fianco.
Quando penso a quello che abbiamo sognato, desiderato e detto tra noi, non riesco a pensare che non esiste più neanche una parola di quello che ci siamo detti.
Lui era così sincero con me, lo vedevo dai suoi occhi che l’amore per me era così forte e profondo che non sarebbe mai svanito. Ma questo è successo e devo iniziare a farmene una ragione.
Sono quelle cose che non ti aspetteresti mai da una persona e per me da Ricca che diceva di amarmi che pensava al nostro futuro fino a quella domenica famosa. Sembrava andasse tutto bene per il verso giusto, passeggiata nel centro di Firenze con la Marty e Mauro, baci, abbracci, una pizza tutti insieme, progetti per il capodanno, nanna insieme abbracciati e via ricomincia la settimana. Il lunedì e il martedì non ci siamo visti e il mercoledì? Cosa è successo in questi due giorni? Forse se mercoledì sera non insistevo non mi avrebbe mai detto quella cosa che mi ha ferito nel profondo del mio cuore e che mai mi sarei aspettata di sentire dalla persona che più amo a questo mondo. “Non provo più quello che sentivo all’inizio della nostra storia”. Mi è crollato il mondo addosso, ho pensato tante di quelle cose che non ho più idea. Mi sembrava un incubo, volevo svegliarmi. Ricca, il mio amore, mi stava lasciando per sempre. Sono stata sciocca ha non aver capito che era un approccio più carino per dirmi, basta non me ne frega più niente di te, mi sono innamorato di un’altra..
Diceva che voleva un po’ di tempo, un periodo per capire veramente cosa gli stava succedendo, perché sentiva questa sensazione. Poi dopo una settimana non era più un periodo, ma era così punto e basta. Ovvero mi ha detto chiaramente che io e lui non torneremo mai più insieme. Poteva dirmelo direttamente subito invece di girare intorno al discorso. Ma come si può prendere una decisione del genere, come si può pianificare il proprio futuro la domenica e il mercoledì non avere niente nel cuore per me, per la persona che ha sempre amato. Forse sembrava a me, e invece chissà per quanto tempo sono stata presa in giro. Non vorrei pensare queste cose, perché ho vissuto con Ricca dei momenti meravigliosi e non posso, non voglio pensare che mi abbia preso in giro. Ma certamente domenica fingeva, era falso.
Lui dice che pensava che fosse per lo stress del lavoro il fatto che mi trascurasse, che non gli mancassi e in due giorni, si è reso conto di non amarmi più, ma di volermi soltanto bene. Quando non si ama più una persona ce ne rendiamo conto, non vuoi vederla, non vuoi baciarla, non vuoi fare l’amore con lei e Ricca? Lui no, non faceva niente di tutto questo. Sicuramente ci sono stati dei momenti in cui avrei dovuto capire che qualcosa non andava, ma lui diceva a me che non parlavo tanto quando c’era qualcosa che non andava, ma certo neanche lui, visto che ha preso una decisione così improvvisa. Forse ponderata da tempo e a me non ha mai detto niente. Tutto stà che mi rendo conto di aver sbagliato anche io. Non mi sono mai aperta completamente a lui, nell’ultimo periodo lo opprimevo troppo del fatto che non ci vedevamo mai. Ma ho fatto tutte queste cose perché lo amo, perché avevo ed ho tuttora bisogno di lui.
Ci sono tante cose della mia vita che avrei voluto raccontargli ancora, ma mi vergognavo, tante paure che riversavo sul nostro rapporto.
Per me era anche un grande amico, nò l’unica persona con cui sono riuscita ad aprirmi completamente. Mi mancherà tanto.
L’ho perso per sempre , sia come ragazzo che come amico.
Ricca dice che la decisione che ha preso non riguarda me, non ho colpe, è una cosa solo sua, ma non ci credo. Dice di non avere neanche un’altra, non so, sbaglio a pormi così tante domande, a cercare risposte che non avrò mai, perché solo lui sa la verità, solo lui sa veramente ciò che è successo e a me dirà sempre ciò che vuole sia che sia la verità o una bugia.
Non riesco a rassegnarmi , è proprio questa cosa che non riesco a concepire. Come posso farmene una ragione, certo dovrò farmela, ma come può svanire l’amore per una persona così improvvisamente.
So che non torneremo mai insieme, anche se nel mio cuore sento che un giorno ci rincontreremo. Come svanisce così velocemente la passione per una persona, per Ricca non può tornare neanche dal nulla.
Per tutto l’inverno Ricca mi ha amata, mi ha cercata e desiderata e io non ho accettato niente di tutto questo. Poi cosa è successo, ci siamo risentiti, è bastata una serata, non la dimenticherò mai, mi sembra di riviverla adesso. Lì è nata la nostra storia, il nostro amore che è durato sei mesi bellissimi per me, spero anche per Ricca, resterà un ricordo magico per tutti e due.
Mi chiedo il destino a voluto farci rincontrare e poi perché lasciarsi di nuovo? Non ha senso!
Ricca diceva che io e lui non avremmo mai potuto essere amici, secondo lui eravamo fatti l’uno per l’altra e invece cosa è successo? Perché Ricca quelle cose che pensavi adesso sono svanite? Si sono invertiti i ruoli, le cose che diceva lui, adesso le penso io. Forse una cosa c’è che potrebbe chiarirmi un po’ questa situazione.
La Laura giustamente mi ha ricordato le storie che ha avuto Ricca negli ultimi dieci anni, dopo che si era lasciato con la Sandra. Sono state tutte storie di pochi mesi, in cui all’inizio è stato sempre coinvolto, poi arrivava un giorno e diceva: “No, è finita, non era la ragazza giusta per me”. Lo stesso ha fatto con me, ma non si possono trattare così le persone. Ma non si domanda come mai tutte le volte gli succede una cosa di questo genere? Non stà male? La Laura e i Giova mi hanno detto che non avevano mai visto Ricca così come si è comportato con me, non aveva mai più richiamato una ragazza amore e tante altre bellissime cose e appunto per questo cosa è successo?
Pensavo che fosse una persona profonda e piena di sogni come me e invece? Pensandoci, quando mi raccontava la sua partenza per l’Australia, era un periodo particolare della sua vita e voleva pensare, ritrovare se stesso. Mi sembra più uno sfuggire ai suoi problemi se reagisce così. O forse la sua è paura, paura di intraprendere qualcosa più grande di lui o forse quello che sente per una persona è solo infatuazione e non il vero amore, perché il vero amore si può spengere, ma lentamente, un’infatuazione invece può svanire improvvisamente.
Anche questo è un periodo particolare della sua vita, stà iniziando un nuova attività, lavora al Lupo ed è stanco, stressato e cosa fa, lascia me! Mi sembra una ricorrenza. Invece di avermi al suo fianco, mi allontana, certo è anche vero che non mi ama più, ma ero pronta a sostenerlo, ad amarlo, a stargli vicino, forse a lui non è sembrato, ma era così, la mia oppressione degli ultimi periodi era paura di perderlo, ma avevo avuto la sensazione giusta, avevo avvertito in qualche modo il suo allontanamento.
Mi manca veramente tanto, ho il cuore in agitazione tutti i giorni da quando mi alzo, fino a quando non vado a dormire, manca una parte di me, della mia vita e mi sento morire. Mi chiedo continuamente quello che fa, se mi pensa…..
E’ vero, era diventato il fulcro della mia vita e forse ho sbagliato, ma è stato il suo amore a farmi estraniare dal resto del mondo. Mi ha dato tanto amore e adesso mi ha tolto tutto. Cosa ti ho fatto Ricca?
Ci sono giorni in cui riesco a reagire, anche perché Ricca non mi vuole più, non faccio più parte della sua vita e di questo devo rendermene conto, ma ci sono anche giorni in cui tutto è buio, non so da dove cominciare.
L’altra notte ho sognato che ero in Galceti, arriva Ricca vestito con jeans, giacca nera lunga, cappello nero e mi diceva che dovevo muovermi, perché dovevamo andare a comprare il vestito da sposa. Ero così felice, gli chiedevo spiegazioni, perché mi aveva lasciata e non capivo tutti questi cambiamenti. Ma ripensandoci ho fatto anche sogni brutti, sogno sempre di essere sola in un prato in età adolescenziale.

di: Jessica Papi
titolo: 4 dicembre

DAI IL TUO VOTO A QUESTA LETTERA

leggi i commenti

segnala questo sito a un amico!