ritorna alla home page le vostre parole vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > la lettera più bella > lettere in gara

LETTERA IN CONCORSO

Scrutavo le stelle ed una di esse, ha avuto un guizzo e mi e' apparsa più lucente delle altre, eri tu, ed io ... che forse ti avrei stretta facendoti mancare il fiato, con una carezza nei capelli, quasi senza sfiorarli, quasi senza stringerti a me, continuo a pensarti in maniera incessante… perché? ...
Perché tu sei viva ed ESISTI FINALMENTE, ho tanto sperato tu esistessi ... tu, finalmente battito del mio cuore, esplodi in me.
MI MANCHI, ed incredibilmente, ho bisogno di te, anzi come dice George Benson, "I Need your love", e della tua unicità.
Sei stupenda dentro e fuori, ora siamo distanti,...ma vicini,... come ora sai. Ti stai scoprendo ed aprendo ed io non ho il merito di come tu sia, ho avuto solo la fortuna di capirlo un attimo prima che tu lo ammettessi...e’ successo tanto, troppo,...inimmaginabile realtà.
Io devo incontrarti per dirti le cose che scrivo, nuove bufere,...e per me nuova linfa...e come ieri,...vorrei fondere per te uno stemma regale quale meriti, dandoti un bacio, sulle labbra, condito da un abbraccio…migrazione di sentimenti. Vorrei trascorrere con te ore, giorni,...e più,... incantevoli,...meritevoli di una eternità,...tu esisti fortunatamente,...io no, ...non ancora,...sono in attesa di una tua carezza,...finalmente infinita. Vorrei dirti a voce i miei pensieri,... perché credo abbiano tutta un'altra intensità, con frasi che a volte cantano,...e' il mio infinito desiderio di comunicare con te.
Ci siamo appena sentiti e sento nell'aria i profumi di te,...vorrei averti qui, ora e per sempre, sei dentro di me...e vorrei dirti altro,... quando vorrai,..se tu vorrai,...sarò pieno di te, sopratutto ...con te.
Avrei bisogno di sentirti ancora, la stessa esigenza dei giorni scorsi e delle notti buie, nonostante il cielo terso ed il sole oramai autunnale, sto accelerando e sai ...cosa intendo. Hai un'essenza, un'anima che talvolta mi lascia interdetto, con te e' facile sentirsi perduto, fingi di essere forte, padrone della situazione, anche se dietro sono convinto ci sia una persona che vuole perdersi, come faccio io quando spazio nei tuoi occhi scuri, la mia voglia di carezzarti la guancia, prenderti per mano, e farti sentire il mio cuore che impazza in un marasma di sensazioni.
Come un ragazzino penso di essere pieno di sentimenti e di ciò non mi pento, io amo la vita e con essa tutto ciò che mi circonda, ma sopratutto amo l' amore. Vorrei sentirti mia complice e non per un senso di trasgressione, purtroppo e' solo un vorrei, ma io ancora vorrei far parte dei tuoi pensieri, dei tuoi fremiti, ... delle tue ansie nascoste, ... e tieniti forte,... delle tue labbra.
Non parlo al vento, canto, urlo ciò che il cuore mi suggerisce immaginandoti qui presente ad ascoltarmi (senza interrompermi!), ad esprimermi, cio' che al solito non sono riuscito a fare, perché finalmente riesci a comprendermi, a "sentire" il mio sfiorarti la mano, ed e' giorno finalmente, da quando il cuore mi ha riempito di gioia gli occhi,... scuri, ma non per questo tristi. Sono solo parole, scritte oltretutto, ma io mi sento vivo finalmente e mi e' bastata un po' di linfa, ... il tuo assenso. Vorrei osare con altre parole ma per ora non posso, non voglio finisca qui, adesso, ... voglio vivere di più permettimi di farlo, dammi una goccia e ti sommergerò con un mare di frasi, di sensazioni e non riuscirai a starmi dietro, ma ti aspetterò, perché ne vale la pena. So anche quanto vorrei vederti e spendere del tempo con te, ... e mi accorgo di quanto sono sciocco a pensare che tu possa dedicarmi una piccola parte della tua vita. Ogni volta penso di rincorrere il mio inutile sogno, il desiderio di te, una telefonata tanto "pretesa", ma come un tocco di legno, devo crepitare in disparte, per non bruciare nulla e come la fiamma devo ardere, ma senza essere accarezzato.
Tu sei sempre li', ad ogni angolo di strada, ad ogni punto dei miei scritti, in ogni frase dei miei pensieri ... come urlarti che ho bisogno di te?
TI AMO,...perché ti amo? Illusioni della mente, che il cuore,... ostinato,...prende per vere?
No, IO TI AMO, ed e’ vero!!!...oddio come ti amo!...
Più del sole, del mare, più dell’anima, perché sei tutto cio’…non solo un‘ illusione!
Mi sto nascondendo ora,...nei più segreti sospiri, di questa,...e di tante notti,...rigonfia il pianto,...in gola ed evidente in viso, ...ed ancora in ampi cerchi lacrima la mia felicità su questo foglio.
Notte amore, ti lascio questi miei pensieri cosicché tu possa ricordarmi come un guizzo di lucentevoli emozioni, ora mi conosci…sognami stanotte, ma domani…abbracciami per la vita.

di: Maurizio De Costanzo
titolo: scrutavo le stelle

DAI IL TUO VOTO A QUESTA LETTERA

leggi i commenti

segnala questo sito a un amico!