iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

Il natale da solo

Accidenti, questa pioggia col vento è fastidiosa.
cammino rasente ai muri guardo per terra per scansare le pozze d'acqua sui marciapiedi difettosi.
tengo l'ombrelo inclinato e quasi sbatto contro le scale appogiate al muro.
mi scanso, guardo bestemmiando e scopro un altro Natale.
un natale da passare solo, tutto solo, senza nessuno. ricordo quando avevo degli amici, quegli amici che mi hanno tradito, hanno tradito la nostra amicizia. arriva il Natale e sono da solo ma sono contento di esserlo perchè me lo sono meritato; la mia ragazza mi ha mollato, i miei amici mi tradiscono, queste sono lezioni che la vita mi ha imposto e mi ha insegnato che non si avranno mai amici neanche uno. il Natale me lo posso passare da solo ma i miei vecchi amici un giorno avranno qualcosa di male e lì io riderò.
la pioggia si mischia con le mie lacrime, piango perchè non mi sono mai affezionato a nessuno per paura di perderlo. mio nonno è morto senza che avessi la possibilita di salutarlo, l'unica persono a cui mi sono affezionato è stata la ragazza con cui mi tiravo le storie ma mi ha mollato senza nessuna spiegazione.
cose che ho fatto di cui mi pento si ripercuotono adesso u di me. i piedi mi si bagnano dalle tante pozzanghere che ci sono ma io non me ne accorgo e vado avanti senza meta pensando che a Natale soffrirò ancora di più. penserò a mio nonno, alla mia ex ragazza, ai miei cari amici che non esistono. poi mi fermo e urlando in mezzo alla strada dico: "il Natale fa schifo".

inviata da: Immenso Gio, venerdì 12 novembre 2004

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole