iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

La mia gioia più grande

Guardo il tuo viso perfetto la notte, mentre dormi indisturbato nel tuo lettino, in questa casa troppo piccola per noi, troppo brutta...Troppo povera.
Non è stato facile per me scegliere la vita, scegliere la tua. Nessuno ti voleva tranne io e il tuo papà.
Era una fredda notte di febbraio, per precisione la notte di San Valentino, quando ho scoperto che non ero sola, ma che dentro di me c'eri anche tu.
Piccolo, indifeso...Quando tutti ti hanno attaccato, quando mi hanno obbligato a scegliere: o te, o la porta di casa...Io non ho esitato ed ho scelto te.
Sono seguiti mesi tremendi, credimi Niccolò, la mia gravidanza è stata bella dal punto di vista fisico ma tremenda in tutti gli altri aspetti.
Ero sola. Sola nella mia scelta, giudicata sbagliata da chi con amore mi aveva messo al mondo e cresciuto e che, così, all'improvviso mi ha sbattuto violentemente la porta in faccia, a me e al mio destino.
Ero sola.
Perché anche il tuo papà non bastava a colmare quel vuoto immenso, perché a vent'anni avevo bisogno di una spalla forte a cui appoggiarmi, di una mamma con cui confidarmi e delle braccia forti del mio papà, ma non è andata così...
Il 28 settembre 2003, alle 19.48, hai deciso di venire al mondo, tre settimane prima del previsto...Un cesareo d'urgenza, la paura di perderti, le urla delle ostetriche e io che tremavo e paingevo: - Cosa succede? Come sta il mio bambino?-
Ma nessuno mi rispondeva. E poi sei nato tu.
Un bel maschietto,un forte e sano pesciolino.
Anche dopo non è stato facile, per nulla, la depressione che mi ha preso...Il senso d'impotenza, la paura di non essere all'altezza, di essere troppo giovane...
Eppure tu ci sei, sei qui, e sei meraviglioso.
Non potevo fare nulla di più meraviglioso e giusto dite, amore mio, nulla.
Sei la luce che illumina tutto il nero che mi circonda, sei il coraggio quando mi manca la forza per continuare ad andare avanti, sei il bene, sei il giusto...
Sei il mio piccolo miracolo, e vedrai che un giorno riuscirò a darti una bella casa e una bella vita, ma anche se così non dovesse essere, sicuramente saprò darti tutto l'amore di cui hai bisogno...
Ti amo, mio dolce, piccolo passerottino ed è bello vederti correre, parlottare, saltare e dormire sereno nel tuo lettino...E se scegliere di amarti sopra ogni cosa è stato sbagliato, penso che nella mia vita non farò mai più qualcosa di giusto. La tua giovane mamma Daniela

inviata da: Danielina, martedì 21 dicembre 2004

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole