iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > lettere > Donatella > La lettera di Donatella

La lettera di Donatella

Pubblico questa bella lettera che la mia amica Donatella ha inviato alla giornalista Barbara Palombelli in risposta alla sua sulla fecondazione assistita, perchè anche se non parla direttamente d'amore, la considero una lettera di grande amore nei confronti delle donne.

" Gentilissima sig.ra Palombelli,
mi è molto difficile scriverle questa lettera poichè sarà una lettera dura, molto critica, verso una persona che ho sempre stimato moltissimo. Non posso nasconderle la delusione che ho provato nel leggere il suo articolo sul Corriere del 19 giugno; nel dare il mio appoggio a tutte le amiche terrorizzate di dover, a causa di questa legge, abbandonare la speranza di poter partorire un figlio, ero preparata a dover affrontare il bigottismo cattolico, la chiusura mentale di coloro che ancora una volta vogliono decidere su e del corpo delle donne, l'ignoranza di chi confonde una clonazione con una banale fivet, ma non ero sinceramente preparata a dover combattere contro le "antiproibizioniste storiche ed assolute".
Comincio da questa sua frase: "La fecondazione assistita diventa legge. Nasce dunque una nuova istituzione: la famiglia in provetta" .
Se è vero che la fecondazione assistita diventa legge, è vero invece il contrario: muore la famiglia in provetta, come la chiama lei. Se questo ddl verrà approvato anche in Senato, effettuare la fecondazione assistita in Italia diventerà molto più costoso, molto più rischioso e molto molto più difficile; in alcuni casi poi addirittura impossibile e fuori legge. Più costoso perchè bisognerà tentare molte più volte prima di poter avere un risultato positivo e ogni tentativo comporterà rischi aggiuntivi per la salute della donna.
Questa legge è stata duramente combattuta da tante organizzazioni e voluta solamente dal Movimento della vita (che già felice del successo si prepara alla battaglia per rivedere la 194... come temevamo l'hanno già annunciato...). Non che noi non volessimo una legge... ma una legge giusta, equa! Siamo perfettamente d'accordo nel voler proibire la clonazione, i bimbi cloni e cocktail (per usare la sua definizione) ci fanno orrore e altrettanto la possibilità di usare uteri in affitto o addirittura uteri artificiali. Oltretutto tutte queste aberrazioni sono i veri nemici della fecondazione assistita perchè confondono le idee alla gente, facendo credere che fecondazione assistita voglia dire questo!
No, fecondazione assistita vuol dire magari, semplicemente, che un aspirante papà ha degli spermatozoi poco motili, che hanno bisogno di un piccolo aiuto, niente di fantascientifico, molto più banale di una liposuzione o di un laser per eliminare gli antiestetici occhiali....fino ad ora però... da ora in poi, dicevo, è diventato molto più costoso e rischioso.
Lei parla "di giovani figli che un mondo non ha voluto". Ha ragione, ci sono tanti bambini che avrebbero diritto ad una famiglia, ma lei conosce meglio di me le difficoltà che si devono affontare per accoglierli, sa meglio di me che quelli al momento potenzialmente adottabili sono in realtà pochissimi. Ma oltre questo, fondamentalmente io penso che non si adotti un bambino perchè non se ne possono avere di propri, non è questa la motivazione che spinge ad affrontare le difficoltà di una adozione. E poi seguendo questo ragionamento, potremmo anche estenderlo alle coppie fertili: anche io, come tante mamme naturali, avrei potuto adottare un bambino anzichè concepirne e partorine due miei... E' assurdo cercare questa competizione fra due modi entrambi meravigliosi di diventare genitori e difatti molte aspiranti mamme percorrono contemporaneamente entrambe le strade... lasciamo che entrambe esistano e che ognuno segua quella suggeritagli dal suo cuore.
Perchè poi la cosa importante è diventare genitori, e non per portare un figlio al parco o per mostrarlo in giro... i motivi per cui desiderare di diventare genitori, e nel nostro caso, mamme... da mamma a mamma... non credo di doverglieli spiegare... non lo crede anche lei, onestamente? Per me diventare mamma è stata la cosa più profonda, totale, coinvolgente della mia vita; vedere i miei figli crescere, affrontare con loro i piccoli-grandi problemi, vedere il mondo con i loro occhi (che sia una partita di calcio o un terribile attentato contro un pullman pieno di bambini) sono le emozioni più profonde che si possa vivere e mentre ne parlo non riesco a non soffrire pensando alle amiche cicognine che potrebbero leggere queste mie parole, in cui descrivo emozioni che loro forse non potranno vivere.
Che ne pensa dell'aborto signora Palombelli? E del divorzio? Io non abortirei mai e sarei disposta ad accettare una vita accanto ad un uomo che non amo più per il bene dei miei figli, ma sarei altrettanto disposta a scendere in strada per protestare se l'aborto o il divorzio dovessero essere cancellati. Non so se, non potendo avere figli, avrei scelto la pma o l'adozione; forse le avrei tentate entrambe, forse avrei respinto l'eterologa... non so... so che sarebbero state decisioni che avrei dovuto prendere io, con il mio compagno, e non un legislatore che, caso mai, dovrebbe limitarsi ad un sistema di controllo, di supervisione e di regole di massima.
Lei dice "la natura non me lo ha dato e io me lo compro lo stesso". Quante cose la natura non ci ha dato, ha cercato di toglierci e noi abbiamo combattuto per riaverle? Se la natura cerca di strappare ad una mamma un figlio di pochi anni per una leucemia o un altro male atroce, cosa dobbiamo fare? Accettare il volere della natura (che lei chiama appunto natura, da laica, ma qualcun altro chiama Dio... il senso non cambia!) o combattere "comprando" medicine, cure mediche, viaggi della speranza? E qual'è secondo lei il momento in cui si comincia a comprare? Quando si fa una inseminazione? E perchè non già quando si fa una cura ormonale o una laparoscopia? "

inviata da: Donatella, venerdì 15 novembre 2002

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole