iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > lettere > Silvia > Anima vagante

Anima vagante

Cosa starai facendo adesso mia dolce anima vagante? Lo sai non sei ancora entrato a far parte della mia vita, ma mi sembra di conoscerti così bene e di sentirti così vicino a me, a volte, che ho l'impressione di toccarti. Non so dove sei adesso ma posso provare ad immaginare. Sono le 17... ecco... ti vedo... sei seduto sulla tua poltrona di pelle nera dietro la scrivania in noce mentre stai ultimando il lavoro sul pc, stai firmando gli ultimi documenti e sistemando tutto. Lo so... metti sempre tutto in ordine prima di andare via, sei un pò pignolo e ti piace avere tutto al suo posto. Adesso guardi l'orologio... sono le 17, 15, fai un grosso e lungo sospiro, appoggi la schiena contro la pelle fredda della poltrona, butti la testa indietro e chiudi gli occhi. Pensi... è sabato... un'altra settimana è volata via... guardi fuori dalla finestra del tuo ufficio, non è ancora buio... le giornate si stanno allungando... cosa farò stasera?... fai un altro sospiro e chiudi i tuoi occhi scuri e profondi ancora una volta... e pensi che ti piacerebbe restare in casa stasera a vedere quel dvd che ti piace tanto, davanti al caldo fuoco del tuo camino, giù in salotto, con in mano un bicchiere di quella meravigliosa bottiglia di vino rosso che il tuo caro amico dell'università ti ha regalato per Natale. Sorridi e pensi che sarebbe proprio un bel programma se solo ci fosse qualcuno con cui trascorrere questa bella serata. Ecco... il terzo sospiro... adesso il tuo pensiero vola a me... vuoi sapere se questa donna che tanto desideri ed immagini esista veramente! Apri gli occhi sui quali scende un velo di tristezza... lo so... è dura e difficile da sopportare la solitudine che vive nelle nostre anime. Ma ecco che sorridi ancora... è bello quando sorridi, ti si formano delle rughette proprio ai lati delle tue labbra sottili ... e sono così irresistibili che mi verrebbe voglia di baciarle. Il tuo pensiero si rivolge ancora a me, desideri che arrivi presto il momento in cui le nostre anime solitarie si fondino in una. Desideri che ci sia io ad aspettarti al tuo rientro a casa e che ti travolga di baci e di coccole. Lo sai è così buffo... non so neanche se esisti davvero, ma sento già di amarti! Le nostre anime vaganti stanno camminado l'uno incontro all'altra, e presto o tardi ci incontreremo. Non importa quando, dove, ci riconosceremo all'istante e da quel momento la solitudine abbandonerà i nostri cuori e tu vivrai dentro la mia anima per sempre. Vorrei che ci fosse qualcuno ad aspettarmi lì fuori. Questa lettera l'ho scritta proprio per colmare questo mio desiderio, immaginando te, anima vagante che come me cerchi rifugio dalla solitudine.

inviata da: Silvia, giovedì 24 febbraio 2005

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole