iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > lettere > Ka > Lettera a un semino

Lettera a un semino

Terra, 12 marzo 2002

Carissim*,

meno male che hanno inventato i caratteri jolly, cosi’ ti abitui subito all’idea di come funziona, qui sulla terra.
Che fortunatamente, la dove sei ora, gli “asterischi” non esistono. Ma esiste ben altro, per tua fortuna, nei pensieri della tua mamma!
E se tu potessi rispondermi, ora, mi diresti che sì, e’ proprio vero! Si sta proprio bene nella testa di mamma!
E allora goditi ancora un po’ questa permanenza, e speriamo che quando passerai nel suo pancino, non ti dimenticherai delle emozioni che hai potuto “sentire”.
Certo, anche quando sarai nella sua pancia ne avrai tante di emozioni!
Lo sai che alla mamma piace mangiare, no?
Io, da povero vecchietto, inizio già a pensare a come sarai: sarai bell* come la mamma o come il papa’?
Perché se mamma se l’e’ preso, evidentemente anche il tuo papa’ deve essere un bel tipo; almeno quanto lei.
La tua mamma e’ cresciuta in questi anni, e tu sei cresciut* insieme a lei,
e anche se quando tu sarai più grande lei sarà vecchietta, sono sicuro che starete molto bene insieme e che tu saprai far palpitare il suo cuore, ricordandole di quando ti aspettava come il più desiderato dei regali: un regalo d’Amore.
Crescendo, anche tu dovrai trovare la tua strada, ma prima di allontanarti, impara bene ciò che la mamma ha da insegnarti a proposito di senso dell’orientamento. Lei sì, che se ne intende!
E dai ascolto anche al tuo papa’, per la scelta delle vele giuste. Anche lui e’ un esperto, nel suo campo, lo sai, no?
Infine, non dimenticarti mai che intorno a te c’è un mondo intero da sentire. Con il cuore, più che con le orecchie. Perché “c’è di più”
Costruisci con calma la tua fede, armati di speranza e cura di non perdere mai ne’ l’una, ne’ l’altra.
Le vele, quelle potranno strapparsi, ma se avrai conservato fede e speranza, potrai ricucirle, per tornare ad un porto sicuro.
E questo, te lo dice invece uno specialista di niente, un naufrago che proprio la tua mamma ha cercato di strappare alle onde più minacciose: quelle della disperazione e dello sconforto.
E se lo ha fatto con infinita dolcezza con me, puoi dubitare di ciò che farà per te?
Ti aspettiamo, allora; su questa terra, ma soprattutto su questo mare che e’ la vita e che ti aspetta con mille riflessi, ora per illuminarti, ora per abbagliarti, sapendo che tu saprai trovare la strada per il tuo infinito.
Buon viaggio, semino!

Affettuosamente tuo
Naufrago Salvato dall'Infinito

inviata da: Ka , venerdì 21 novembre 2003

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole