iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > lettere > Nuvoletta > Mio immortale

Mio immortale

Tu sei tutto quello che sono… tu sei tutto quello in cui credo…. A volte non ho parole, ma so che sei dentro me. Ed è una sensazione strana, come l’aria innocente che mi sfiora. Ho la sensazione che tutto quello che è stato… non potrà mai morire…
Forse sono solo sensazioni, o piccole illusioni, ma in questi momenti, l’anima sembra uscire dal corpo e parlare da sé. Come se ci fosse un'altra vita oltre questa terra. E se in questa vita ci fossero scritti ancora nel cielo i nostri nomi. Forse, da qualche parte, i nostri nomi rimarranno sempre uniti. Forse sarà un immagine che apparirà solo nei miei sogni, ma per quanto essi possano essere irreali, non mi potranno mai abbandonare… perché mi appartengono… come tu sei stato parte della mia vita…. veramente… profondamente… intensamente…
Alcune melodie mi fanno sentire leggera, mi fanno tornare indietro nel tempo, in quei momenti in cui i nostri sguardi si incrociavano, si perdevano, e mi danno la sensazione di avere alle spalle qualcosa di troppo importante. Ricordi, immagini, che stanno scivolando via. Ma nulla si può cancellare, per quanto si possa diventare forti, per quanto si possa combattere contro i sentimenti, questi rimarranno sempre nascosti nel profondo di me stessa. E se ogni tanto dai miei occhi scenderà una lacrima, sarà il ricordo di qualcosa che è stato veramente speciale….
Forse nuove emozioni, nuovi volti, entreranno nel mio cuore… ma sarà una dura lotta con me stessa accettare la tua assenza. Accettare questa nuova vita.
Mi sento come un fiore calpestato che deve rinascere. Ho bisogno di luce, ho bisogno di amore. Come quella luce che vedevo in te, in noi. Quella luce che vedevo anche solo guardando il cielo, o in una foglia che cadeva soffice da un ramo, quella luce che era per me la bellezza della vita, la gioia di vivere…. Quando mi sentivo VIVA solo per il semplice fatto di non essere sola….
Quanto ero fiera di noi…. Ma ora parole, sguardi sembrano fuggire via. Tanti passi fatti su una strada. Eravamo saliti in alto, vero? Ed ora mi sento come nel fondo di un burrone… come una conchiglia persa nel mare… ma un giorno mi rialzerò in piedi, e ritornerò a brillare.
Non so quando questo avverrà, ma spero di trovare una persona per cui essere veramente speciale. Vado fiera di me stessa, per quello che sono, per quello in cui credo. Vado fiera di avere un cuore grande, vado fiera di emozionarmi con una canzone, vado fiera di piangere per una canzone. Vado fiera di essere cosi sensibile, e di credere nell’amore più di ogni altra cosa al mondo.
Ricordo quando dopo un film ci eravamo messi a piangere entrambi…. Mi chiedo perché le cose belle debbano sempre finire… e mi pento, in alcuni momenti, di non averti detto ti amo, di non averti dimostrato abbastanza come in realtà ero pazza di te. Rimpiango quei momenti in cui ti ho lasciato andare, quelli in cui avevamo litigato, in cui avrei dovuto invece prenderti, stringerti, e dirti TI AMO.
Come sono brutti i rimpianti… è come avere qualcosa che brucia dentro…. Convivo con la gioia e con il dolore… come il buio e la luce… come il giorno e la notte… la vita sarà sempre un’alternarsi di questo.

inviata da: Nuvoletta, lunedì 29 agosto 2005

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole