iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > lettere > Elisa S. > dietro gli occhi azzurri

dietro gli occhi azzurri

- La luna ci guardava. Silenziosa e pacata,sembrava sorridesse. Lassù,ascoltava le nostre parole. Non ti dissi molto. Non avevo tanta forza,la voce tremava. Una musica in sottofondo,leggera,ovattata,giungeva impercettibilmente a noi. Non l’ascoltavo. Presa dal panico,contavo i battiti del mio cuore. Bum…bum…Avrei dovuto fermarli,era un rumore che distraeva. Sembrava volesse uscire dal mio cuore,come se volesse sfiorarti. Mi guardavi in silenzio,per capire ciò che provavo in quel momento. Non una parola sfiorò le nostre labbra. Le tue mani bianche,fredde si posarono sulle mie. Le sfiorai delicatamente,come se fossero di cristallo,come se da un momento all’altro potessero fuggire via,frantumarsi,lasciarmi. Stringesti le mie,sembrava mi dicessi “ehi,io ci sono,non ti lascio qui…” Il mio sguardo non reggeva il tuo che mi scrutava con insistenza. Trovai il coraggio di alzarlo solo un attimo,per cercare i tuoi occhi. Gli stessi che avevano abitato i miei sogni tante,tante notti. Quando mi svegliavo tra le lacrime cercandoti. No,era solo un sogno. Non volevo svegliarmi,era troppo presto. Eppure tu eri ancora lì. Fermai il mio sguardo nel tuo: vi scrutai una dolcezza che non conoscevo in te. Rimasi immobile,incapace di muovermi o di parlare. “Sei felice?” un sussurro,la tua voce che avevo sentito mille volte chiamarmi,parlarmi,come se fossi solo un’amica,solo una persona. Cercavo nuovamente il coraggio di guardarti negli occhi. Volevi una risposta. Si,ero felice. O forse un po’ di più. Se questo era l’amore, ne era valsa la pena. Non trovai le parole giuste. Adesso me ne pento. Allora mi bastò guardarti timidamente,abbozzare un sorriso,limitarlo ad un accenno,per evitare che si trasformasse in grida e riso frenetico,la mia gioia. Forse,capisti. Stringesti le mie mani un po’ di più,e trovai il mio coraggio. Sorridesti. Ignoravo che il tuo sorriso potesse essere così bello,dolce,quieto. Mi guardavi con tenerezza,poi colsi nel tuo sguardo quel desiderio che riempiva il mio cuore. Si,era il momento. Sentii il tuo respiro sul mio viso,tracce di una canzone d’amore ci avvolgevano. Il rumore continuo del mio cuore. Mi guardasti ancora un attimo negli occhi prima di socchiuderli,e di sfiorare le mie labbra. Dolcemente. Forse era un sogno. Credetti di morire. Mi aggrappai alle tue mani,sentivo il tuo profumo mescolarsi al mio. Durò un’infinità di attimi,non ricordo cosa pensai in quegli istanti. Forse non pensai a niente. Dolcemente,così come ci eravamo uniti,ci separammo. E sorridesti,forse per darmi sicurezza. Ci voltammo verso la luna. Si,ce l’avevo fatta. “Peccato che non è piena” sussurrasti. Non risposi. Guardai le nostre mani intrecciate,il tuo viso rivolto al cielo. Sentii il tuo sapore sulle labbra. Si,era piena la luna quella sera. Solo per noi. Non riuscivi a vedere come brillava? La luce di cento lune sotto lo stesso cielo. Ti guardai ancora una volta,chissà a cosa pensavi. Ma eri accanto a me. Tutto il resto era un dettaglio.
Mi hanno detto “non ti amava” e forse è vero. Ma adesso non ha più importanza. Quella sera conobbi un’altra persona,dolce,tenera,mia. Vorrei saper dipingere,per disegnare il tuo sorriso,ho paura di perderlo nel tempo,di vederlo sbiadire ed allontanarsi. Forse non mi amavi,però c’eri. Poi,un giorno andasti via. Con lo stesso nel mio cuore… sorriso dolce e perfetto. Forse un po’ malinconico. E il mondo crollò sotto i miei piedi. Forse quel sogno era durato troppo. Guardo la luna. Ha il tuo stesso sorriso…e una lacrima accarezza il mio viso,lasciando un’impercettibile traccia,ma un profondo solco nel mio cuore…

inviata da: Elisa S., venerdì 30 settembre 2005

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole