iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > lettere > Il cacciatore di sogni > Lettera a un amico lontano

Lettera a un amico lontano

Cara Filomena,

dopo tanto tempo finalmente sono tornato a farti visita nella tua posta. Sono contento, era da tanto che volevo riprendere la nostra corrispondenza, ma il tempo si è sempre rivelato tiranno, specialmente in quest’ultimo periodo. Un periodo veramente importante della mia vita. Ci sono stati grossi cambiamenti. La vita, io ed il mio cuore …

Dopo l’ultima storia finita male, (non so se ti ricordi.), l’oscurità nel mio cuore si era protesa in ogni parte di me. Mi sentivo sconfitto come uomo, e nella vita un fallito, incapace di inseguire i propri sogni. Stavo male, sono stato a pezzi per parecchio. Erano tempi in cui amore e amicizia erano solo parole vuote. Fino alla fine avevo combattuto nella vita per loro, ma alla resa dei conti il mio declino è stato inevitabile. Avevo così tanta rabbia dentro da portarmi a chiudermi in me stesso, passando le mie giornate pensando solo a me stesso. Si era attuata una catena; casa, lavoro, lavoro, casa. Non mi importava più di niente, neanche di quel stupidissimo lavoro che proprio non riuscivo ad accettare …

In quello stato quasi vegetativo sono passati anni. Ero solo, con il mio dolore, la mia rabbia e l’insoddisfazione per la vita. In testa c’era solo un gran caos, anche se nel cuore sapevo quanto fosse forte l’odio per l’amore e l’amicizia. Nelle notti più inaspettate mi svegliavo sconvolto, in preda come ad una agonia … non potevo far niente, a malapena riuscivo a respirare. Potevo solo stringermi forte e gridare alla mia anima che nessuno al mondo mi avrebbe mai fatto sentire così! Fortunatamente dopo due anni e qualche mese, il dolore e la rabbia diminuirono ed io ripresi a modo mio a vivere. La vita ero solo io. Non mi interessava niente e nessuno. Si era creata in me una maschera invincibile. Capace di piegare alla sua freddezza qualsiasi situazione. Molti hanno provato nel penetrarla, ma sono spariti nel vento sconfitti. Non avevo bisogno di nessuno, tanto meno di sentimenti ipocriti. Avevo solo delle regole da rispettare. Dovevo solo evitare di andare oltre con chiunque si avvicinasse a me. Per farla breve avevo chiuso il mio cuore e gettato la mia chiave chissà dove …

Anche adesso, che le situazioni sono diverse non mi compatisco assolutamente, se potessi tornare indietro lo rifarei. È nella mia natura reagire così … quando l’amore e l’amicizia ti tradiscono tra di loro è come se si creasse un trapano capace di perforarne il cuore fino alla radice. Si, mi capitava di sentirmi solo. In effetti, ero solo, ma era questo che volevo, ed a parte piccoli momenti di malinconia, tutto andava. Decisi di rilanciarmi. Frequentai tre corsi di informatica lanciandomi armato in internet … in quel mondo virtuale c’era molto di più di quello che mi ero immaginato. Attraverso un monitor riuscì a farmi un sacco di amicizie che ancora tengo strette a me. In quel mondo virtuale l’amicizia non mi faceva paura. Si poteva gestire. I sentimenti in causa erano diversi, meno pericolosi …

Poi una notte, feci un sogno. Era un prete defunto, proprio quello che per un periodo fece catechismo nella mia classe. Ancora me lo ricordo bene … era vicino al computer, mi sorrideva, mi parlava, dicendomi di non aver paura perché sarei stato veramente felice. Con la mano destra mi indicava il monitor, e sul monitor era disegnato un leone, con un leone dietro. Lì per lì non capii, ma poi una ragazza con cui chattavo mi confido il suo segno zodiacale. Era leone ascendente leone! Immaginati lo stupore nel mio volto … subito pensai che fosse lei il soggetto del messaggio di quel sogno, allora non so con quale forza presi in mano la nostra amicizia e la conobbi un po’ meglio. Si chiamava, e si chiama ancora Elena. I miei corteggiamenti erano più che accettati, ma io non ero per niente convinto. Non ti puoi innamorare di una ragazza che conosci da uno schermo …

Quella stessa sera mia cugina mi tormentò in ogni modo per farmi uscire con lei e le sue amiche. Alla fine di quelle paternali alzai la bandiera bianca e decisi di uscire con lei. Tanto sapevo come comportarmi …

Arrivati al punto di incontro di tutta la comitiva, successe qualcosa, apparve una sua amica. Mia cugina aveva un’amica d’avvero bello … due occhioni azzurri stupendi! Avrei potuto ricamarci un po’ sopra, ma non era il caso di fantasticare, una ragazza così non poteva certo interessarsi a me, poi io con l’amore avevo chiuso! A cena accadde qualcosa di inspiegabile. Quella sua amica si chiamava, e si chiama ancora Elena, ed il suo segno zodiacale è leone, ascendente leone …

Avresti dovuto vedere la mia faccia, ero sconvolto e perseguitato da un sogno. Non so come, non capisco il perché, ma da lì a poco il mio cuore cominciò a battere … erano anni che non batteva più! Mi stavo innamorando, me ne rendevo conto, ma non potevo fermare quella sensazione … era troppo forte. Da quella sera, le uscite sono aumentate. L’importante era che ci fosse Elena. Così, passo dopo passo, inizio un corteggiamento da favola ed adesso, siamo prossimi a compiere nove mesi del nostro amore.

Sono innamorato, e davanti a questa emozione mi domando spesso se in passato sono mai stato innamorato. Elena, mi ha cambiato la vita. Ora sono felice, felicissimo.

Quando nella vita le cose non vanno non mi importa più niente, mi basta pensare al mio amore, ai suoi baci …

Quando si dice il destino! Stiamo progettando tante cose insieme. Presto inizieremo i preparativi per farci il nostro nido d’amore e sposarci. Vorrei fartela conoscere … non sembra reale da quanto ha dentro di se! Adesso, più passa il tempo mi è sempre più chiaro che quel sogno è stato un chiaro messaggio del destino. Un ancora di salvezza che dopo tutto mi ha salvato alla grande. Figurati che ho anche accettato il mio lavoro. Ci sono giornate veloci e giornate difficili, ma ho con me un pezzettino del suo cuore che mi protegge e mi tira su! È bellissimo sentirsi così. L’amo tanto e darei per fino la mia vita per lei. Come disse qualcuno LEI è IL MIO SEMPRE.

inviata da: Il cacciatore di sogni, martedì 30 settembre 2003

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole