iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

A un'amica del cuore

Cara Nicoletta,
so perfettamente cosa stai provando in questo momento. Anch’io a mio tempo ho dovuto sopportarne il peso. Le porte si aprivano sempre, ovunque io andassi, ma allo stesso modo si chiudevano poco dopo lasciandomi ogni volta con una delusione nel cuore. Sai, per persone come noi, semplici ed innamorate di tutti quei bellissimi sogni che abbiamo dentro, non è certo facile. I nostri sono tempi un po’ strani. Alla gente piace giocare. Divertirsi senza ragionare sulle conseguenze che la loro superficialità può recare ad altre persone. Di conseguenza la gente non sa più nemmeno quello che vogliono dalla vita. Sono confusi, come dei “barboni” vivono le giornate vagabondando. Sono tempi difficili per chi ha nel petto un cuore grande come una casa. La cosa più triste nella vita sta proprio nel fatto che chi ha un cuore romantico non può far altro che fermarsi … sedersi e versare il proprio dolore in un silenzio freddo come le notti d’inverno. Già, certi dolori non possono essere condivisi. Anche sei ci si passa tutti, rimangono sempre troppo personali. Troppo radicati dentro per permettere ad un amico con un sorriso o una carezza di farli andare via. Certo, fanno crescere, ma fanno anche male. Ci si affaccia nel proprio riflesso con rabbia e delusione, incolpandosi dell’accaduto, anche quando è evidente che la causa di quel freddo non è nostra. Per fortuna però nella vita ci sono anche cose belle, fatti di tutti i giorni per cui vale la pena andare avanti senza mai arrendersi. Il primo che mi viene in mente è il destino. Non sai mai cosa ti possa accadere, ed a volte, proprio quando meno te lo aspetti ti ritrovi pieno di tante cose belle. Pensa a quello che è capitato a me. Un insieme di coincidenze, un po’ di fortuna ed eccomi qui felice con accanto una persona stupenda. Mi piace pensare che come è capitato a me possa capitare anche a te. Vedi, nella vita bisogna sempre tentare. È vero, si rischia sempre troppo, ma come dice un detto, “chi non risica non rosica”. Chiudere il proprio cuore per poi gettare via la chiave non è altro che un modo stupido per continuare a soffrire, e noi vogliamo stare bene. Devi renderti conto che di questi tempi trovare una persona importante non è poi così facile. Anche quelle poche che ci girano attorno sono chiuse così tanto per paura di soffrire che sfuggono, come sfuggiamo noi. La vita però alla fine ci guida sempre verso la strada giusta. Si soffre, ci si contorce dentro, ma prima o poi il momento vero arriva. Ancora non sono riuscito a capirne il senso, ma per essere felici bisogna per forza soffrire … chissà, forse la colpa è solo nostra. Forse è la regola imposta da qualcuno di divino. Se ci pensi si nasce soffrendo e si muore soffrendo, ma evitiamo di perderci in domande che non hanno risposta, quello che conta è che siamo qui e dobbiamo per forza lottare. Non possiamo arrenderci, si parla della nostra vita. Anche se sempre un atteggiamento un po’ egoista credo sia giusto pensare sempre un po’ di più a se stessi. Che dirti di più oltre a stringere i denti ed andare avanti. Prima o poi passerà, intanto per ora pensa che hai delle persone che comunque vada ti saranno sempre vicine.
Forza Nico, tirati su.
Un abbraccio
Simone

inviata da: Il cacciatore di sogni, mercoledì 29 ottobre 2003

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole