iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

Rita amore mio

Lunedì 24 ottobre 2005

Caro amore mio,
dopo un sabato ed una domenica “del villaggio” trascorsi a pensare a te, come nella poesia, il lunedì è stato una grande delusione e il piacere si è trasformato in dolore.
Dolore perché ti sento glaciale, dolore perché mi fai sentire un uomo senza cuore quando non faccio altro che pensare a te.
Mi dici che il sabato sera sei uscita e ti sei divertita tutta la notte e poi la domenica successiva alla domanda “ieri cosa hai fatto?” mi rispondi:“ meno male che c’era lui”.
Affermi sempre che io non so come stai o come ti senti ma in realtà sai benissimo che mi preoccupo per te.
Domenica pomeriggio, stavo impazzendo ed ho chiamato Monica (tra l’altro sai che non è vero che non ti ho dato il tempo di rispondere al telefono perché ho provato più volte), le ho detto che ti amo e che mi mancavi e che ero preoccupato per te e che qualunque problema lo avremmo affrontato insieme.
Sempre lunedì mi dici che non dovevi trovarti in questa situazione. Io non la penso così. Io sono sempre felice di aver conosciuto e di amare una donna eccezionale come te.
Le cose della vita non accadono per caso. Tu avevi bisogno di essere amata e io volevo “raggiungere la punta dell’ iceberg” , ricordi?
Affermando “non dovevo trovarmi in questa situazione” non fai altro che dire che preferivi la situazione precedente, ovvero, un matrimonio forzato, un amore forzato, una casa forzata, decisioni forzate.
Ho sempre detto che vorrei essere il tuo arcobaleno ed è così. Ti offro sempre la mia spalla ma alcune volte la rifiuti e mi dico: non mi vuole, vorrà mandarmi via e mi rispondo: non importa io so che le devo stare accanto perchè tutti e due abbiamo bisogno l’uno dell’altra e poi cosa fondamentale, ci amiamo (anche se tu dici che per me è importante solo questo).
Per me tu sei come una rosa rossa tatuata sulla pelle. Lei è sempre con te ovunque tu sei e ovunque tu vai e quando la guardi la passione e l’amore si accendono e ardono in fondo al cuore e si fondono in quella parola a noi cara “sublime”.
Caro amore pensa solo che tutti ti hanno sempre imposto tutto e ti hanno fatto soffrire mentre io sono entrato nella tua vita solamente per portarti amore.
Un amore travolgente, che è in tutto ciò che fai e in tutto ciò che pensi. Stai lavorando e pensi.. Rita, stai mangiando e pensi… Rita… Vai a dormire e pensi… Rita… immagini un viaggio, una crociera e pensi…. Rita…. Ti lavi e pensi…. Rita, pensi all’amore e pensi….. Rita.
So che soprattutto per te questo è un periodo non facile.
Ti stai riprendendo la tua vita. Ti scrissi che la cosa che più desidererei al mondo è la tua felicità… ed è così amore mio.
Ti amo e mi manchi e spero che tu mi voglia sempre accanto a te perché per me è difficile farti capire molte cose ma, credimi! Non sono quel pallista che credi..
Amore… spero di vederti presto..
Ti amo.. Nando

inviata da: Cyrano de Bergerac, lunedì 24 ottobre 2005

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole