iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

Dedicata a Raffaele

Caro amore mio,

eccomi di nuovo per rinnovarti alla soglia del nostro 19.mo anno di matrimonio tutto l'amore e l'affetto che nutro per te.
Tu per me sei stato sei e sarai sempre il dono più prezioso che mi poteva fare la vita dopo tanta tristezza e dolori che sono stata costretta a subire passivamente fin dalla giovane età di 7 anni, ma vent'anni dopo la mia sorte è cambiata radicalmente con l'evento del nostro matrimonio. Come tu ben sai, le difficoltà, i dispiaceri e le malattie non ci sono mancate - anzi - ma il nostro amore invece di finire a gambe all'aria è diventato sempre più forte, noi siamo riusciti a fonderci l'uno nell'altro per forgiare un'unica persona colma d'amore, d'attenzioni e di dolcezza.
Ora con l'andare dell'inesorabile tempo i miei occhi vedono come il tuo corpo scultoreo d'un tempo andato, prende ora nuove forme come le cosiddette "maniglie dell'amore", ma io con le mie piccole braccia riesco a stringerti tutto a me per sentire il tuo cuore che batte come una scala fatta di corsa.
Il tuo capo un tempo nero corvino ora è tutto invaso dai capelli bianchi che suscitano in me tanta tenerezza. E quando con la mano ti accarezzo la testa e ti bacio in fronte, il mio cuore sussulta di gioia e urla amore, amore immenso che nutro e nutrirò sempre per te, nonostante il tempo e i suoi mutamenti che scalfisce sui nostri corpi, ma che non può nulla sul nostro amore e i nostri cuori, che al solo contatto delle mani impazziscono nel nostro petto e vanno dolcemente a morire sulle labbra.

Ti ho amato, ti amo e t'amerò per sempre finchè la vita abiterà nel mio cuore.

Tua, Carmen.

inviata da: Carmen, lunedì 28 novembre 2005

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole