iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

Assoluto e terreno

Ho pensato tante volte che dovesse accadere, che ogni vana illusione racchiusa in una morsa del mio cuore se ne andasse, ma non ho mai pensato a come sarebbe stato. Ora posso raccontarlo mentre vivo questo dolore immenso, senza paragoni tra i dolori vissuti e superati. Tutto fa crescere, tutto fa andare avanti, ma questo dolore è alienante… Ho così tante cose in testa, divido tra ciò che è giusto, ossia l’andare avanti con l’uomo meraviglioso al mio fianco, donargli tutto ciò che in questo tempo potevo dargli a metà, e quello che è istintivo, quell’impulso di vita che ti fa andare avanti…illusione? Forse, ma l’uomo vive di convinzioni radicate, ne ha bisogno, ci crede fermamente, è la sua fede, è la sua religione, è ciò che da un senso a questo strana e complicata avventura che è la vita. Non è vero che tutto passa, non concordo con questo luogo comune…le cose vere e autentiche sono infinite, sono senza tempo e senza luogo, sono testarde, costanti e incorruttibili, in altre parole sono eterne. E’ l’unica cosa che unisce noi poveri esseri mortali con Dio, l’amore. Che sia di una madre verso il suo bambino, ragazzo e adulto, o di un fratello verso la sorella, o di un uomo verso una donna, o di una donna verso un uomo, tutti, tutti parlano d’amore. Ed è così raro incontrare un amore autentico, chi è fortunato lo incontra una volta nella vita, c’è chi dice di averlo incontrato due volte…chissà! Dalla mia giovane età, non posso esprimere giudizi per ciò che non ho ancora vissuto. Io l’amore l’ho trovato, so cos’è, cosa significa, cosa comporta. Immensa gioia e immenso dolore, soprattutto ora, momento in cui il cuore e la testa si sono uniti per decidere di comune accordo che deve finire. Deve finire questo sguardo verso l’eterno, deve annullarsi questo sentimento, quest’insieme di pensieri che hanno la forza di far vivere, sorridere e uccidere. Amore, insomma, nel bene e nel male… Mi sento sola, sola perché non condivido più questo amore, non è più corrisposto…dall’altra parte è arrivato qualcos’altro che non conosco, ci si mette in discussione, ci si chiede il perché di tanta disperazione…perché? Perché le ragioni del mondo hanno prevalso, l’eternità dell’amore è stata sconfitta, è la lezione per chi è troppo superbo, come me, nel credere di poter creare qualcosa che supera le ragioni terrene. Ma io so che il mondo ha torto, lotto contro di lui nel mio tentativo di vittoria, ma sto ponendo le armi…abbandono le speranze dell’amore, cerco il passo successivo, la serenità, che acquieti il mio animo disperato, che dia di nuovo un senso ai miei giorni…Ho sbagliato, ho sbagliato, ho sbagliato!!!! Ho confuso l’amore terreno con l’amore totale, assoluto, l’ho riposto su chi non può ricambiare per la vita, ho fallito; l’amore, il mio amore immenso ha fallito…E torno nel mondo da cui provengo, dove non si può sperare nell’eternità delle cose…”lasciate ogni speranza, o voi che entrate…”, è l’unico rimedio alle false illusioni, agli abbagli di infinito e di eternità, che noi, poveri e stupidi uomini, crediamo di generare…Ma se il nostro amore non può essere eterno, vuol dire che ne ha solo le sembianze…e poiché sembra sia eterno anche il suo dolore, pure questo avrà fine, un giorno e lascerà spazio ai sentimenti di cui siamo capaci, alle cose terrene, piccole e misere, e ci accontenteremo di poco, ci accontenteremo delle sfumature di un arcobaleno dopo la tempesta, ci nutriremo di serenità, e il nostro animo parrà appagato…ecco la nostra speranza terrena, non falsa illusione ma possibile concretezza…

inviata da: Laissa80, mercoledì 30 novembre 2005

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole