iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > lettere > T-Cr@zy > cara principessina....

cara principessina....

C’era una volta una principessina,lei era bella,era dolce,era candida,era fantastica,ed era nella sua disperata ricerca del principe azzurro quando l’ho incontrata.
Io ero paralizzato dalla sua sublime bellezza,era così dolce,così timida,che non potevi sicuramente odiarla.
Io l’ho amata,le ho voluto bene,era tutto per me,ho cercato di dargli tutto il mio amore,il mio affetto,ho tentato di dargli tanti piccoli insegnamenti,le ho dato tutta la mia anima.
Insieme a lei ho capito tante cose sull’amore che prima non avevo capito,forse perché non amando sul serio avevo omesso di capire.
6 mesi fantastici,ero felice non mi mancava nulla perché avevo lei,poteva anche crollare il mondo ma finchè c’era lei io non avevo paura,io la vedevo sorridere e mi sentivo felice,ero sereno.
Dovevo costruirgli un castello bellissimo,pieno di fate bellissime che dovevano proteggerla e accudirla con cura e affetto,doveva essere incantato proprio come il nostro amore,pieno di sorprese,di favole,di speranze,di pezzi di sogni fatti insieme,doveva essere immenso come l’amore che provavo per lei,doveva avere una torre altissima su cui ogni giorno dovevo salirci fin su e gridare al mondo intero il mio amore per lei,da lassù dove si vede tutto il mondo,dove anche Dio ti sentiva,quel castello doveva essere tutto illuminato,come era la mia anima quando era con lei.
Alla fine siamo riusciti solo a mettere solo le fondamenta di questo enorme castello incantato,era ed è rimasto solo un sogno,un giorno la nostra storia finì,non capì il perché,il motivo,ma ci rimasi così male,non riuscivo a spiegarmi la ragione di questa sua scellerata decisione.
Ero a pezzi,mi sentivo morire,su quell’amore io avevo contato,avevo dato tutto me stesso.
Mi manca?
Si mi manca,mi manca da morire sto male,ho il corpo pieno di lividi,ho la il cuore pieno di ferite profonde,fanno male,mi uccidono!Mi fanno tanto male,provo un dolore insopportabile,mi sento come un fiore nel deserto sterrato,solo,malinconico e pauroso.
La vedo,la guardo,non posso,non riesco a vivere sul serio,tento di sopravvivere senza amore,è difficile lo so,ma ho paura di vivere,solo lei riusciva a farmi vivere sul serio.
Ogni volta che la vedo faccio finta di averla dimenticata,che per me sia tutto finito,ma invece soffro,mi sento troppo male.
Oggi mi pare che sia fidanzata di nuovo,con un ragazzo che io sinceramente non conosco,ma non ho nemmeno voglia di conoscerlo,che lei mi manca è vero,ma io voglio rimanere qui a stare da solo tra me e me,a riflettere e a piangere sul mio dolore,ma lei non lo deve sapere,sarei un egoista a far soffrire una persona del mio dolore,il dolore è mio,e solo mio.
Voglio solo una cosa,che lei sia felice,anche se non con me ma con qualcun altro,ma deve essere felice,e che la stimi,la ami e la rispetti meglio di come ho fatto io.
Io da allora non amo più come prima,non riesco più ad amare come una volta,ce ne sono state altre dopo di lei,ma anche prima di lei,ma non riesco a capire e a spiegarmi perché mi fa ancora male la nostra storia.
Dicono che la notte porta pensiero ma io non riesco a dormire,perché appena chiudo gli occhi vedo te,mio unico pensiero fisso,sento la mia anima fredda e buia e solo tu mio sole riuscirai ad illuminarla e a riscaldarla,ma mi dici dove 6 mio sole?
Quanto detesto questo mio senso di malinconia,di sofferenza,in cui mi sento sempre incompleto,che mi manca qualcosa,ed io non posso fare altro che spiarti,spiare ogni tuo tipo di comportamento,di movimento. Ti ho guardato,lo so che non dovevo,ma è stato più forte di me.
Ma tu sai cosa significa guardare un corpo che tanto hai desiderato e tanto desideri?E così ho dovuto spiarti, è così maledettamente bello il tuo viso,il tuo sorriso,che appena spuntavi quando ti spiavo,ho dovuto girare lo sguardo,perché non volevo rubarti nulla di te,nemmeno la più piccola parte. Ed io immagino tutto,ti vedo che ascolti senza un lampo,senza una luce…e così io striscio sotto la tua finestra,mi sciolgo in un lago di sudore nonostante il freddo,e impreco contro la legge dell’amore che mi ha reso così appassionato,ma così incapace di lottare per spegnere questa arsura che mi divora,senza requie.
La principessina ora non c’è più ed io piangendo e ricordando il tutto scuoto la testa e mi domando:”chissà se esisti davvero nel mio universo parallelo?”



Mi manchi principessina 6T.L.M.V. …………………………………

inviata da: T-Cr@zy, martedì 7 febbraio 2006

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole