iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > lettere > Gabriele > Memorie di un tempo

Memorie di un tempo

Ciao stella,
Immagino che tu sia rimasta sorpresa…non è cosi?
In fondo quanti mesi sono trascorsi dall’ultima volta?
Quanti mesi separano il dolore dalla felicità…e l’amore dall’assenza di sentimento?
Tanti…tanti quanti i mesi che separano questa lettera dagli ultimi scritti di un amore per il quale avresti dato ogni cosa…e per il quale darei ogni cosa…
Non voglio tormentarti…non sono certo uno di quegli uomini che perdono di vista la realtà vivendo in un continuo tentativo di esaudire sogni irrealizzabili…
Diciamo solo che sono un ragazzo che trova speranza dove gli altri vedono solo un binario morto…

Gli altri hanno ragione.

Non posso dirti se questo foglio di carta rappresenta un modo per rimanere in qualche modo legato a te ancora per un istante prima di mollare la presa,voltarti le spalle,e salire su un treno che torna sempre al punto di partenza…oppure se si tratta di un modo per concludere un qualcosa a cui le parole,i bisbigli,non riescono a porre fine…se è un addio senza suono…senza poesia…
Quello che posso dirti è che forse questo aspetto della mia personalità non hai mai avuto modo di vederlo…di capirlo o semplicemente di ascoltarlo…e quindi questo è anche un modo per farmi conoscere un po meglio…anche se quel ragazzo che,a parole tue,è ancora appeso alle pareti della tua camera avrebbe ancora tanto da raccontare…

Parole…solo questo…te le dono..come potrei donare i fiori ad una ragazza al primo appuntamento…
Solo che in questo caso non ci sarà un secondo appuntamento…
Solo che in questo caso i fiori sono fiori nati in un era,morti in un'altra,ed ora disseppelliti con la speranza che fioriscano in una nuova primavera…
Accettale,se vuoi..o gettale…se preferisci i punti di domanda…
Niente cambierà…solo questo non è un punto di domanda…

Strano come gli aspetti particolari di una persona e degli eventi trascorsi in sua compagnia assumano una tonalità differente quando diventano un ricordo che mai potrà rinnovarsi di luce…
Ricordi Sara?Tutte quelle volte che dimenticavo cosa avevamo fatto insieme,o perché…o le date importanti…

Ora potrei dirti tutto di noi..dal primo giorno…da quella mattina sull’autobus…fino al nostro ultimo incontro…
Potrei raccontarti la più bella storia che abbia mai vissuto in tutti i suoi minimi particolari..particolari che fino a poco tempo fa credevo di non conoscere..e che fino ad ora ritenevo scontati…
Dammi 5 minuti…e la racconterò…dammi 5 minuti..e forse alcuni aspetti che a te sfuggono a me sorgono dalla mente come fresche rose…che andranno,spero,a dipingere il libro di racconti che un giorno leggerai ai tuoi figli…

Ti avevo mai detto che quel pomeriggio,appena scesa dall’autobus,andai da Leonardo chiedendogli se ti conosceva?
No,non l’ho mai detto…
Ti avevo mai detto che quella sera,appena ricevuto il più gioioso messaggio dell’intera storia umana,con tanto di orsetto,feci fatica a trattenere le lacrime?
No,non l’ho mai detto…
Ti avevo mai detto che i miei un giorno mi chiesero se nella mia vita mi ero mai innamorato veramente di qualcuno?
E sai cosa risposi?Non di Michela,non di Elena..
Solo di te…
No,anche queste sono parole che ti suoneranno nuove…
Le bugie,seppur piccole,logorano ed uccidono un rapporto…
Avevi ragione piccola mia…hai sempre avuto ragione…
Ed è per questo che spero tu possa continuare a scorrere con gli occhi questa lettera,sempre che tu non l’abbia già gettata,nella fiducia che questa volta sia Verità quella che stai leggendo…
Il mio problema è stato sempre quello di non aver abbastanza fiducia nelle persone da parlare con loro…dove per parlare intendo esporre una parte del proprio animo ad ogni battito di labbra…

L’ho fatto,lo sai?Molto molto tempo fa…
Con un risultato alquanto disastroso…tanto da non poter più vivere nel paese che mi ha visto nascere…tanto da rifugiarmi per evitare sguardi di disapprovazione e pena…sguardi insopportabili ed opprimenti…
Anche questa è una storia che non conosci…ma che ti avrei raccontato se fossi stato più consapevole della possibilità di potermi aprire…che ti racconterei adesso,davanti ad un boccale di buon vino…
Avevo paura…avevo paura di essere tradito…non nel corpo,non nell’anima,ma nelle parole che da mie avrei reso Nostre…
Se una persona conserva parte di ciò che siamo,perché noi abbiamo voluto che con noi la condividesse,un suo tradimento non può far altro che spaccare di netto una personalità che oramai è di dominio pubblico…

Ho sbagliato,ne sono consapevole…avrei dovuto condividere tutto con te…come tu hai fatto con me…seppur il mio passato sia più nero del carbone…forse nelle tue mani sarebbe risultato più roseo…
Ma questo non è il momento ne il luogo per i “se”…

Sono sempre stato geloso di te…non l’ho mai mostrato…forse per orgoglio,forse per superficialità…
Ma di sicuro nessun uomo al mondo potrebbe evitare di essere geloso di una moneta della quale esiste una sola copia…
Similmente in non avrei mai potuto evitare di essere geloso di te…

Guarda dove mi ha condotto tutto questo…

Ti sembrerò stupido..forse pazzo,forse ossessivo…
Sinceramente non mi interessa…ed il perché è molto semplice…

Non ho più niente da perdere Sara…niente…

Mi manchi,ogni santo giorno,dal momento in cui mi sveglio senza il tuo nasino che si muove in vista di una nuova alba…fino al momento di coricarmi…augurandoti tanti sogni d’oro…
Mi manchi come ad un esca potrebbe mancare il suo amo…un amo che senza dubbio la ferisce,ma senza il quale l’esca non avrebbe motivo di vita…
Ma mi sento vivo…vivo quanto il mare accarezzato dal vento di libeccio…e sento che ogni altro essere umano,in questo preciso istante,non può far altro che apprezzare le piccole gocce di salmastro riflesse dall’infrangersi delle onde sugli scogli…
Prego Dio che renda questa mia sofferenza il più breve possibile..ma allo stesso tempo prego perché il mio dolore perduri nel tempo…perché quando diventerà solo un altro ricordo,la mia vita tornerà ad essere quella strana forma di vendetta divina che mi costringe nella totale assenza di emozioni che fanno battere il cuore…

E’ ora che tornano i ricordi più lieti..a galla come una ramoscello di ulivo in segno di pace,dopo un uragano che lo ha privato della pianta da cui si nutriva…
Così tanti…
Il giorno in cui mi hai letto le risposte a quelle domande che avevo stilato con un mio compagno di corso…e le domande a cui avevi risposto solamente più tardi…
Il giorno in cui sono venuto a stringere patti solidali con tua madre affinché ci accordasse la possibilità di trascorrere del tempo a Pieve…
Il giorno in cui siamo andati a Cortina..il freddo…il bicchiere che hai comprato a tua madre..l’auto ricoperta di neve..la foto sotto l’albero…
Le settimane trascorse al mare…le insolazioni e le dovute creme…la pineta…
Il giorno dell’incidente..le mie lacrime e le tue carezze…le tue carezze..l’unica cosa di cui non mi hai mai privato…

Ero a casa…
Ora dove sono Sara?Dove?

Sai,non ho mentito…non sono stato capace di trovare una persona che mi potesse far dimenticare la nostra storia…
Ho trovato ragazze dal sesso facile..questo si…ma come poteva una notte di sesso farmi apprezzare un qualcosa che con te era amore?
Ci sono andato vicino sai?
Ma non c’era passione…solo voglia…solo desiderio…nessun sentimento…e sono scappato…giuro…o meglio,ho finto di sentirmi male…perché sarebbe stato distruggere una idea dei rapporti sessuali che vede me e te amarci oltre a desiderarci…amarci…

Forse è solo perché ti amavo ancora…forse è solo perché ti amo ancora,oggi,domani e in un modo nuovo..in un modo malinconico..ricco di rabbia…ricco di rammarico e risentimento…ma amore..
Sono stato io a lasciarti…questo è vero..però sono stato anche quello che ha conservato più a lungo un sentimento che,per quanto mi riguarda,non può morire…
E per quanto ti riguarda…è già morto da tempo…
Siano i fatti a venire fuori in questa sera d’estate…non le parole che possano ferire il meno possibile l’altra persona…
Ti odio…ti odio per aver fatto sesso con un altro ragazzo…questo non posso e non voglio negarlo…
Tuttora mi si figurano scene al cui confronto l’inferno è un amaro sollievo…
Scene che mi stringono lo stomaco e le costringono in gola,la dove non può che occupare un spazio simile a quello occupato da una scatola di cerini…
Mi chiedo come possa essere…mi chiedo come io non ne sia stato capace,pur avendoti lasciato…mentre tu ci sia riuscita con un ragazzo conosciuto appena…la prima sera…le prima notte…
Mi chiedo come possa ancora provare questo sentimento indescrivibile a distanza di tanto tempo…
Mi chiedo come possa essere certo che questo sentimento è tanto autentico quanto duro a morire…
Anche io vorrei fare sesso adesso…come per ripicca..come suole fare un bambino a cui fregano un giocattolo…ma so che farei solo del male a me stesso…chi prova una certa esperienza difficilmente riesce ad adattarsi ad esperienze simili ma di livello nettamente inferiore…
Non posso...fino a che non troverò amore nella mia vita…
Avrei preferito mille volte saperti innamorata nuovamente…saperti vivere una storia come quella che abbiamo vissuto io e te in un tempo che pare sempre più lontano…una storia importante,con tutto il sesso e l’affetto che ne derivano..piuttosto di scoprire che,al tramonto di un amore così grande..così meraviglioso come quello che credo tu abbia provato per me..come quello che provo per te…tu abbia donato il tuo corpo..la tua intimità..ad un ragazzo di cui a malapena conoscevi il nome…
Sarebbe comunque stata una fucilazione in aperta campagna..il rimbombo della calce del fucile sarebbe in ogni caso rimasto vivo per secoli in quella valle…ma avrei evitato il lungo ed estenuante soffocamento di un ideale…
Ma Era amore Sara?
Era amore?
E’ questa la punizione per chi si pente di come ha usato il proprio tempo?

Spero solo che quella meravigliosa ragazza di cui mi sono innamorato fin dalla prima volta...avvolto da un manto di musica assordante di una discoteca…non si sia trasformata in una delle tante donne a cui interessa soltanto il sesso facile e senza alcun secondo fine..come il nascere di un nuovo rapporto…o l’inizio di una relazione importante…
Spero che non si tratti dell’ennesimo caso di una donna che riesce a donarsi dopo una paio di bicchieri e qualche complimento di troppo…supportata in ogni sua azione dalle sue amiche,come i tifosi di una squadra di calcio vincente…

Non dirmi questo…
Non dirmi che sei sempre stata o comunque sei una Alice..una Elena…travestita sotto false spoglie e sotto falso nome…

In ogni caso non posso che fargli i complimenti…è stato bravo…
E’ riuscito a possederti a tempo di record…cosa che io stesso non sarei riuscito a fare,se mai l’avessi voluto…
E’ riuscito a stringerti fra le sue braccia…
E’ riuscito ad accarezzare le parti del tuo corpo che un tempo venivano sfiorate solamente dalle mie mai…
E’ riuscito a farti sua…ed ora non ha niente da ottenere che non abbia già…

Non sarei riuscito a fare tanto…anche se avessi voluto…
Ma io non volevo altro che conoscere quella splendida ragazza dell’autobus…lo desideravo così tanto…
Volevo stare al tuo fianco…
Sesso oppure no chi se ne frega…
Solo averti con me…parlare con te…e ridere insieme…visitare nuovi luoghi e vecchie sedi di ricordi…
Ma farlo con te…

Che schifo di mondo…
Un tempo l’eleganza…quando due persone intendevano conoscersi lui l’avrebbe invitata a cena…avrebbe parlato con lei…fino a quando nono sarebbe giunta la notte sopra le loro teste…
Lei forse l’avrebbe invitato ad una passeggiata lungo le rive del mare in pieno inverno…così romantiche…
Adesso non ci sono più tabù…niente che una persona conservi per qualcuno di importante..qualcuno che ama..
Al giorno d’oggi i sentimenti nascono solo dopo aver provato la merce…e vengono elargiti con il contagocce…
Tutti possono avere tutto…tutto santo Dio…
E quello che un tempo si riteneva un espressione di amore sincero adesso…adesso non è altro che uno dei tanti modi per divertirsi in una sera come le altre…un modo per provare piacere..per stare bene…alla pari di una visita a Gardaland…
Che mondo di merda…

Dove sono i valori?
Neanche tu puoi rispondere a questa domanda…
Dov’è l’amicizia,la responsabilità,il perdono..l’intimità personale?!
Ci stiamo sempre più allontanando da quello in cui credo…e sempre più difficile mi risulta stare al passo con i tempi…

Il corpo è diventato un dominio pubblico…
Mentre l’anima diventa una forma di pagamento rateizzato…

Oggi il primo gesto di un uomo che intende conoscere una ragazza è mettergli il cazzo in mano…e quello di una donna è accettare più o meno di buon grado…
Ma forse i miei sono antichi ideali ormai morti da tempo…come tu affermi sia la mia eterna ricerca di una vera amicizia…che meglio rinominerei come fratellanza…
Forse sbaglio…
Sbaglio nel credere così fermamente in ideali che non mi sono mai stati trasmessi en dai miei ne dall’ambiente in cui sono cresciuto..ma che sono parte di me fin dalla mia prima cellula…

Perché sei stata con un ragazzo così poco moderno Sara…perché io?
Se fosse continuata..forse ti avrei tenuta incatenata in una passato che oramai ho abbracciato completamente…
Forse non ero proprio tipo per te…

Io ti aspetterei..fino a quando di tutte le stelle non rimarrà che polvere di desideri…ti aspetterei…come ho aspettato me stesso in questo tempo in cui tutto era così confuso…
Se fra dieci,cento mesi dovessi chiamarmi…io risponderei…
Se fra dieci,cento mesi dovessi dirmi che provi ancora qualcosa per me…io risponderei con amore…
Se fra cento o mille anni dovessi ricordare una persona che amo ricorderei te…
Ma non credo sia questo quello che desideri…
Se lo fosse…non ci sarebbe motivo di aspettare…non credi?
Tutto sarebbe limpido e chiaro….
Forse cerchi un modo per farmi soffrire di meno…
Beh,a caro prezzo ho finalmente capito che tutto quello che si fa per ridurre le sofferenze di una persona non hanno altro effetto che farla soffrire di più…questo è indiscutibile…

Parla…parla ti prego…

Io sarò qui mia dolce stella..come tu sei stata li quando avevo bisogno di te…e lo sarò fino a quando le mie vane speranze diverranno meri ideali di vita…gli ideali sogni irrealizzabili..i sogni utopie senza senso…

Hai mai creduto veramente nel mio amore?
Hai mai creduto veramente in me?
Credi in quello che dico?

Ogni parola una lancia..ogni virgola un azione che trafigge il mio animo…ogni punto una preghiera…e le linee un soffio di speranza che si rinnova…ed un altro che muore nel silenzio…

Amore Sara…
…non follia,non ripensamento…
…non fiducia ne amicizia…
…non inganno ne passione…
…non speranza ne desiderio…

Hai sofferto molto per causa mia…sei giunta ad odiarmi..e finalmente a dimenticarmi…
Nessuno tornerebbe sui propri passi….nessuno…se non avvolto da un sicurezza che tutto questo ne valga la pena….

Che valga la pena di tentare in qualcosa in cui credevi…in qualcosa in cui credo..
Che valga la pena di rischiare un altro dolore…un altro tuo dolore…o forse un mio dolore...
Che valga la pensa di utilizzare quel poco tempo che rimane ad ognuno di noi…nella sola vita che ci é stata offerta…per ricostruire su fondamenta abbattute dal logorio del tempo invece di costruire ex-novo su una base stabile…
Che valga la pena di tentare in virtù di una sensazione che non può essere ne spiegata ne capita…ma solo vissuta…
Se non vale la pena ora…mai ne varrà la pena…quindi non utilizzare frasi di rammarico..ma colpisci la dove il dolore è più forte…
Senza sfibrare ciò che di più sano mi resta…

Ho tradito al tua fiducia…non merito ne comprensione ne perdono…
Ma avrei preferito odio piuttosto che disinteressamento…

Odiami Sara…perché anche l’odio è un Sentimento…
Odiami Sara…perché niente potrà ricostruire la fiducia che un tempo nutrivi in me se non lo desideri…
Io posso darti modo di provare che ti puoi fidare di me…
Ma il matrimonio non esiste se una parte non è convinta..per quanto l’altra possa essere disponibile ad un sodalizio così importante…
Così non ha motivo d’essere la mia disponibilità…perché sei tu che tieni le redini questa volta…non io,non il destino,non il futuro…
Perché tutti e tre sono frutto dei tuoi desideri…tu e solo tu sei l’artefice di ognuno di essi…

La vita non è altro che un gioco di specchi…quando ci sia acceca per un riflesso..chi può dire quale frammento di vetro ne è stato la causa?

Il caos regna sovrano…
Un minuto non faccio altro che desiderare di dimenticarti per il resto della mia esistenza…dandomi dello stupido per averti voluto incontrare…quando tutto era contro il nostro incontro..l’incidente,l’esame,la moto…
Vorrei chiuderla per sempre…e non dover vedere mai più il tuo volto…per il resto della mia vita…per non dover continuare a sperare in qualcosa che forse penso di capire..in qualcosa che forse penso di sapere…in qualche frase che prego il Dio di aver compreso male….che spero..che penso…ma che non SO.
Il minuto dopo vorrei averti qui..promettendoti solennemente che non esporrò mai più i miei sentimenti…che non ti metterò mai in imbarazzo con altri uomini…pur di averti al mio fianco…
Promettendoti che quello che vedrai da me sarà sempre e solo amicizia…anche quando sarà l’amore a portare avanti questo cuore avvizzito…
Promettendoti di soffocare gli impeti di gelosia quando guarderai un altro…quando parlerai di un altro…quando amerai un altro…
Vorrei stringerti forte forte…
Vorrei baciarti come un tempo sapevo fare…
Ed il dubbio mi logora…
Hai sofferto tanto,stella mia,senza alcuna colpa…

Ma io ora vivo l’inferno giorno dopo giorno..dopo giorno…

Sopportandolo solamente al pensiero che si tratta di una giusta punizione per le mie azioni avventate…
Non sei la sola a cui è mancato qualcosa…
Ma mentre a te è mancato e forse manca l’amore di un uomo…

A me manca il Tuo amore..il Tuo…
Non quello di una donna qualsiasi…il tuo…

Ed è questo il punto nodale in cui le nostre strade prendono pieghe differenti…
Tu aspetti un uomo…una storia..se verrà verrà…
Io aspetto te…la nostra storia…che non verrà…non verrà mai…

Forse solo ora mi rendo conto di quanto mi manchino i sentimenti che provavi per me…e che presto avranno un altro uomo al centro del loro motivo di vita…
Forse solo ora mi rendo conto di quanto mi manchino e gli ideali che un tempo ci accomunavano…
Forse solo ora mi capacito che un’occasione,l’unica occasione…l’ho persa inevitabilmente…

Perdonami per non essere stato all’altezza…e di esserlo ancor meno adesso…
Sono certo che un giorno troverai un uomo migliore di me..
Più adatto a te…e più vicino all’idea di uomo che ti sei costruita in tutti questi anni…

Ora vado..non posso continuare..anche se tante sono ancora le parole in fila che dovrei accogliere una ad una,renderle veicolo di un sentimento,di un ricordo,di un emozione…
Ma non posso…mi capirai…so che mi capirai….

Sei la cosa più bella che mi sia capitata…ti chiedo perdono per non avertelo detto tanto spesso quanto avresti meritato..
Non mi dimenticherò Mai di te…ne il mio amore si affievolirà nel tempo…ti chiedo perdono per non avertelo detto tanto spesso quanto avresti meritato..
Ti amo Sara……ti chiedo perdono per non avertelo detto tanto spesso quanto avresti meritato..e per avertelo ricordato così tardi…tardi.

Tu mi hai dato tanto…e con una semplice frase mi hai tolto tutto…
Era questo il finale che prevedevi per la nostra storia?
Non avremo mai una risposta per questa domanda…come per mille altre…
E forse a questo punto non ti interessano neanche più…

Un giorno Isabella mi disse una cosa,parlando del suo ex ragazzo:
Nella nostra vita si possono incontrare molte persone…e alcune di loro giungiamo ad amarle…e poi a perderle…e poi ad amarne un’altra…
Ma solo una persona nel mondo si può amare in maniera spassionata e spontanea….
Le altre possiamo solo IMPARARE ad amarle…ma non amarle…
E’ vero…è pienamente vero…

Ed è per questo che ora devo imparare ad amare…sperando che qualcuno mi insegni come fare…

Crepitii di cuori e silenziose urla di rimorso soffocano le nostre voci…
Ma persino la più flebile voce…
...persino il più lento sussurro…il più debole sibilo…
…può essere avvertito…
Quando esso è veicolo dei nostri sentimenti…

Vivi una vita serena…ama…come hai fatto come me…
Fatti amare…fatti amare con tutto il coraggio…tutta la forza…tutta la passione dell’intero universo…
Così devi essere amata…così sarai amata…
E’ il tuo destino…il destino che meriti…

Sappi solo che ci avrei provato fino in fondo..avrei messo in gioco tutto..la mia carriera universitaria..il rapporto con i miei genitori…pur di far funzionare il nostro rapporto…
Avrei tanto voluto che questa volta fosse per sempre…
E’ la sola ed unica cosa in cui credevo…



La vita è breve…
Ma c’è sempre l’eternità per incontrarci di nuovo…

Gabriele.

inviata da: Gabriele, domenica 23 luglio 2006

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole