iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > lettere > Stones > A letter to Simo

A letter to Simo

Parlami Simona di quei tuoi modi
Evanescenti che
Ritornano ogni qualvolta con me.
Cosa tu mi nascondi?
Ho sbagliato per caso a interessarmi
E donarti qualcosa
Senza effetto, per te pericolosa?
Io odio sai presentarmi
Mentre tu sei nel mezzo di un amore,
Ove io non posso farci
Niente, se non star con te e parlarci
Ancora del dolore
Trascorso, le nostre ferite; e non voglio
Utopie, se uscire
Magari possa farmele nutrire…
Io pretendo di meglio.
Perché poi mi parli di anomalia
Invece di scoprirti
A me come vorrei, e chissà, capirti?
C’è della malia
In me che vorrebbe venire fuori,
Espletando ogni cosa
Nascosta; però, ti chiudi imperiosa
Ognora in te, colori
Nero i tuoi pensieri, eterni segreti.
Passeggiare con te
Oggi sarebbe inutile, perché
Sarem sempre discreti,
Senza alcun slancio, sempre più lontani.
Ora è tempo di dirci
Finalmente addio, o se vorrai, sentirci
Anche, un ciao con le mani.
Rimaniamo amici, anzi, conoscenti;
Chieder troppo non serve.
Invano ti guarderei mentre ferve
Negli occhi tuoi lucenti
Il mio sguardo, che sempre più impavido
Elargirebbe urtando
Nell’assoluto tuo abisso. Eh già, quando
Tu taceresti, io livido,
Evanescente.

inviata da: Stones, mercoledì 30 luglio 2003

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole