iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > poesie > Michael Santhers > MATRIMONIO DI PROVINCIA

MATRIMONIO DI PROVINCIA

Schiavi del tempo pagato
gli artisti percossero le note
che evasero nell'aria
come rumore di randello alla schiena
di un asino stanco, vecchio
che non ce la fa pi¨ a chiudere
con le fatiche l'ultima campagna
a un irriverente padrone
che sempre aveva inteso
per l'amore bisogna passare
prima per la tortuosa via del pane

I suoni invogliarono il vino alle gole
si allentarono i cappi dell' ornamento
e pigri sul curvo di pance stressate
giocavano il collo infiammato da canti
scorticato da parole oliate
da bicchieri rovesciati alle bocche

Gli sposi si cercarono gli occhi
e non si riconobbero
il desiderio bestiale si anteponeva
alle promesse di chiesa
di carezze e pi¨ baci che spianano lenta la
via dell'amore e bianche lenzuola
attendevano caste e curate da donne
che ormai non ricordavano loro virt¨
consumate e nell'esempio
del giorno volevano nel ricordo
riviverle

Fuori i cani abbaiavano
e spartivano nella conta dei denti
le ossa che non avevano
e giocate tra piedi di bimbi
a driblare gli adulti farfuglianti alle note
nascondevano rutti
coperti da una fisarmonica zoppa
dalla tosse di un piano
dai nervi tesi di una chitarra

Nel cielo le stelle supplicavano il giorno
e il solo avvocato alla festa
volt˛ la schiena alla scena
affilando tra i denti un sussurro
...torneranno per chiedermi
pi¨ in lÓ dimentichi di ogni lealtÓ
ad aiutarli con mio compenso
... a scannarsi
---------------------------------
Da: Soste precarie
www.santhers.com



inviata da: Michael Santhers, martedý 2 settembre 2008

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole