iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

Lorenzo

Ciao amore,
chissà per quanto ancora dovrò provare questa sensazione di vuoto, di smarrimento, e, per quanto ancora dovrò soffocare questo magone che mi assale ogni volta che te ne vai….
Quella maledetta stazione!
Mi riecheggiano nella testa tutti i rumori, i suoni, e davanti agli occhi, ho sempre quelle immagini, tanti treni allineati, gente che va e viene, binari interminabili che mi danno proprio il senso della lontananza del distacco…te ne vai ancora una volta ed io ritorno a casa, da sola…
Annuso ogni angolo della casa, il tuo cuscino, le lenzuola…
Guardo la tua sedia, il mozzicone della tua sigaretta, la tua tazzina…
Non ci sei…no non ci sei.
Bisogna andare avanti, però, ed è la parte più difficile.
Osservo la mia città e la vedo spenta, come il mio sorriso, il mio sguardo…pensare che solo qualche ora prima, qualche giorno prima, trovavo stupenda anche la pioggia, riuscivo a vedere il sole dietro a tutto quel grigiore…perché il sole stava nel mio cuore.
Amore, potrei dire che ormai ho speso tutte le parole del vocabolario per descrivere quello che provo per te, ma non basta, perché il sentimento che mi “lega” a te non è possibile spiegarlo con freddi concetti o semplici parole, il sentimento che provo per te è molto di più…non si può toccare, si può solo sentire, ed è così dolce, così caldo, così unico nella sua semplicità.
Mi piacerebbe averti qua più spesso perché con te sto bene, adesso poi che ho capito un po’ di più…che quando ti ho qui ti ho qui e basta, e non penso a quello che sarà, quello che conta è il presente, tu davanti a me, tu che sorridi, tu che accarezzi il micio, tu che non parli ma che con lo sguardo dici tutto, tu, semplicemente tu.
Quella sera di qualche anno fa, dove ho cercato il tuo numero spasmodicamente (chissà perché…) poi ti ho mandato quel messaggio…tornassi indietro lo rifarei mille altre volte…senza esitare un solo istante.
Mi sento ricca Lorenzo, ricca nel cuore e nell’anima, perché quando si ama veramente è di per se una ricchezza, perché l’amore rende migliori, perché amando dai ossigeno al cuore, ed il mio ne aveva davvero bisogno.
Farei l’impossibile per te, anche perché per l’amore nulla è impossibile.
Ho tanti pensieri per la mente, davvero tanti, vorrei dirteli tutti, ma poi mi dico che conta molto di più dare delle dimostrazioni piuttosto che riempire l’aria e la testa di tante parole, se pur dettate dal cuore, dal sentimento.
Mi riesce più facile parlarti con i gesti che con le parole, almeno quando sei qui..poi si sa, quando sei lontano, non avendo la possibilità di mettere in “pratica” quello che sento, mi affido ad un foglio di carta e lascio libere tutte le emozioni ed il mio cuore.
Ieri sera mi hai chiamata, ed io non riuscivo a parlare come ti ho detto, perché il magone non me lo permetteva.
Quando dici certe cose lo sai anche tu che mi fai male, ed è per questo che penso tu non lo faccia apposta, non sei così crudele.
Mi hai chiesto se ci sono delle cose che mi danno fastidio, di dirtele…io ti ho risposto che più che fastidio mi procurano dispiacere.
Mi dispiace ogni volta che dici che non hai nulla da perdere…mi dispiace quando dici che la tua vita vale meno di zero…mi dispiace quando dici che vorresti farla finita…sto male quando ti sento piangere, quando capisco che ancora una volta ti sei fatto del male, che ancora una volta ti sei punito, che ancora una volta il mio amore vale meno di niente.
Per me non sarà mai così, il mio amore per te è pulito sincero, vivo ed umile, non da per chiedere, da per dare e basta.
Amore, non so se capirai mai quanto ti amo, se capirai mai che forse questo amore meriterebbe una occasione…non lo so.
Io ti aspetto qua…come sempre.
Mentre ti scrivo nella mente vi è solo un nome che continua a ripetersi: LORENZO LORENZO LORENZO LORENZO.
Ciao tesoro.

Silvana


inviata da: Silvana, giovedì 6 novembre 2008

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole