iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > La lettera d'amore più bella 2004 > Elisabetta > ...giornata brumosa, aria sommessa in attesa dei giorni di festa.

...giornata brumosa, aria sommessa in attesa dei giorni di festa.

Questo periodo dell'anno a me non piace o meglio, mi trasmette una infinita tristezza e malinconia che quasi mi fanno stare bene!

Da quando ti ho conosciuto, ogni anno, regolarmente, avvicinandosi alle feste di Natale, si sovrappongono sogni e pensieri su di te, noi... mi piace pensarti nell'ovattato silenzio delle giornate fredde dal cielo incolore; mi piace accovacciarmi sul tappeto poggiandomi al termosifone, raccogliendo sulla schiena il calore come se fosse un tuo abbraccio; mi piace pensare che insieme potremmo essere lontani da qua o lontani da là, da dove tu sei.
Nell'ultima conversazione telefonica hai detto "sono un uomo difficile con cui vivere"... adesso, oggi, io stessa sono una delle persone più difficili con cui vivere. Ma questo non ha importanza.
Vorrei camminare per strada con te adesso, nel freddo, con le mani strette l'uno nelle mani dell'altra, con il fumo caldo del nostro ridere che si perde nell'aria. Vorrei farmi abbracciare ed abbracciarti, guardarti negli occhi per un attimo, sfiorandoti il naso con la punta delle dita; vorrei nascondermi nei tuoi abbracci perchè tu non debba vedere i mei occhi lucenti di lacrime.
Mi manchi e non trovo parole per dirti quanto. Mi manchi oggi come mi sei mancato ogni giorno, anche se oggi sono qui a dirtelo mentre ieri, un mese fa non ci sono venuta.
Ho sempre paura di non trovarti l'indomani, per questo mi tengo stretta le immagini, i ricordi, i pensieri che ho sempre avuto di te e per te...

Vorrei incontrarti, vederti, stare con te; lo vorrei adesso. Forse non accadrà, non dico "mai" perchè il mai fa troppo male, ma forse non riuscirò più a godere di un tuo abbraccio. Oggi sarebbe diverso da ciò che è stato allora e forse per questo la tua mancanza si fa di un peso insostenibile.

Scusa se ti ho travolto con la mia malinconia e scusa se ti ho fatto sentire braccato, inseguito, spiato. Scusami se lo vuoi, ma non offenderti per il bene che ti voglio, perchè è un bene senza pretesa alcuna.
Non cerco promesse nè ipoteche sul futuro: vorrei solo vivere con te tutti quei momenti in cui entrambi ne sentiamo il desiderio.

Tua eli.

inviata da: Elisabetta, venerdì 19 dicembre 2003

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole