iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > La lettera d'amore più bella 2004 > Mysoul > Una sera mi hai teso la mano...

Una sera mi hai teso la mano...

Dolce amore,
stanno calando le prime ombre della sera sui monti ammantati di neve.
Il cielo si colora come una tela di Monet dove l’indaco si mescola all’azzurro e il bianco
della neve si colora di rosso.
Guardo le prime stelle, lo spicchio della luna e ascolto il silenzio.
E’ Natale, sul balcone ho posto piccoli abeti in vaso a circondare un presepio costruito da me con stoffe colorate, le luci tingono i nastri d’argento come un arcobaleno il cielo dopo la pioggia e mi immergo nei sogni.
Sogni, ricordi, desideri si fondono in un unico pensiero, in un unico sentimento e ascolto il mio cuore che batte per te.
Ci siamo incontrati una sera, ricordi?
Ero, come ora, dietro al chiarore di una tastiera…la stanza immersa nel buio e il silenzio intorno che mi spaventava. Non sapevo ascoltare il silenzio, allora.
Ero rinchiusa dietro sbarre invisibili, così strette, così forti, così insormontabili che mi sentivo ad un tempo protetta e schiacciata.
Come ora vedo un lampo di stelle che illumina lo spicchio del mondo che amo, così quella sera vidi un bagliore ad un angolo dello schermo ed ancora non sapevo che mi avrebbe guidata fuori dalla prigione, nel mondo reale, e che avrei esplorato la vita e i sogni insieme a te.
Ora non riesco a distinguere il sogno dal reale…sono fusi in un’unità sorprendente e mi ritrovo,
stupita, a leggere poesie, a immergermi nel mondo di poeti e scrittori che riuscivano a esprimere con parole le loro emozioni.
Io ancora non ne sono capace…e ascolto.
Ascolto le loro voci dipinte su tele in mille colori, scritte su pagine che un tempo erano solo biancore di carta.
Ancora la sera ti ha condotto da me.
Una passeggiata sotto un cielo stellato al limitare di un campo.
Ascoltavo i tuoi ricordi, struggenti, dolci, dolorosi e nostalgici e mi sentivo trasportare dentro la tua anima…vicino al tuo cuore di bimbo e di adulto.
Assaporavo le tue parole come le foglie le goccie di rugiada.
Mi è rimasta impressa nella mente e nel cuore quella sera.
Sempre la sera ha fuso sogno e realtà.
La musica che si diffonde in un angusto rifugio, un ballo inaspettato, una dolce carezza sui lunghi capelli e il calore improvviso di non sentirsi più un naufrago solitario in balia di un mare in tempesta.
Hai dovuto condurmi per mano nel mondo.
Un mondo diverso, che non conoscevo.
Con te sto esplorando questo mondo dove il tempo sembra fermarsi, dove sono tornati i colori, dove non ci sono confini.
A volte percorriamo il tempo a ritroso, oppure esploriamo futuri lontani e resta, dentro di me, la certezza di averti incontrato e di ritrovarti di nuovo…un giorno lontano.
Guardo le cose che mi circondano con occhi sgranati, improvvisamente coscienti che non c’è solo il bianco, il grigio e il nero, ma ci sono brillanti sfumature abbaglianti. Ascolto il canto della natura e ne comprendo le parole nascoste. Sento, dentro di me, nel profondo, le emozioni di tutto il creato: di quello che ancora esiste, di quello passato e di quello a venire.
Mi sento riempire di gioia e speranza: la gioia di averti incontrato, una sera, e della nuova vita che mi hai donato e la speranza di ritrovarti in un altro tempo, in un altro mondo e di riprendere il cammino con te per scoprire insieme il sorriso dei fiori, la voce del ruscello che canta per noi, la fragranza dell’aria che ci circonda e la magia dei colori che scendono sulla tela infinita del nostro
percorso.
E’ un sogno?
Forse, Amore…forse lo è, ma sono certa che domani, quando mi sveglierò, questo sogno sarà ancora intorno a me, dentro di me, a scaldarmi il cuore.
Una sera mi hai teso la mano…ora prendi la mia…ci incontreremo, come sempre quando siamo lontani, in un’angolino protetto del mio cuore, dove esistiamo solo noi due.

inviata da: Mysoul, giovedì 25 dicembre 2003

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole