iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > lettere > Lancillot > Fratello mare

Fratello mare


02/06/2002


Per le strade di quest'incantato borgo marinaro mi trovai l'altra notte a passare
Carruggi stretti e impervie scalinate eran adornate da antiche lampade marinare....
L'odore del mare s’insinuava tra le strette vie, e sui davanzali d'ardesia, tracce di salino tradivan una leggera mareggiata di giorni passati...profumo di limoni, gelsomino, eriche e lavanda, mi portavan con la mente alle notti in cui bambino, con mio padre ancor non mio nemico, andavo a caccia di lucciole che avrebbero tenuto compagnia ai miei innocenti sogni...
Ma oramai son tempi lontani e come spesso accade il tempo ci cambia e ci trasforma...e quel bambino i sogni li ha visti svanir tutti...infrangersi uno ad uno come onde su di una scogliera chiamata realtà...Il bambino di quelle notti oramai e cresciuto e divenuto quasi uomo... un uomo solo che ancor crede ai sogni...sogni cullati dalla dolce nenia del mare calmo di questa sera...mai musica fu più dolce di quella dello sciabordio delle onde...e sulla spiaggia dove esse si fermano...sospiri lontani di amanti che svelano alla luna le lor più intime passioni...notti d'amor puro... ma per molti la magia di questa notte è destinata a svanir al levar del sole....e allor prima che la notte, mia amata sorella, lasci posto al giorno nuovo…riprendo il mio cammino.
Il sentiero è costeggiato da antichi ulivi e, le fronde, al chiaror della luna gettano lungo il selciato incerte ombre ...ma eccomi quasi giunger alla meta...una piccola chiesina...qui dall'alto di questa scogliera veglia su tutti i marinai che alla notte con le loro lampare solcano il mare di questo golfo....ahimè...guardando l'orizzonte mi accorgo che le lampare non son più numerose come un tempo...e quando domani faran ritorno sulla spiaggia, non troveran frotte di massaie ad attenderle per prender il pescato...oramai poche luci di queste antiche barche ondeggiano in lontananza...
Nel borgo che da sempre fu fucina di esperti navigatori,solo qualche ricordo nelle parole di uomini con il viso segnato dal mare,di un tempo che fu...
Come potrò mai dimenticare la poesia delle grida dei gabbiani che seguivan le barche mentre facean ritorno nel porto sicuro....il vociare delle massaie coi loro bambini...e le risa dei pescatori che con le reti gonfie si raccontavan a quanti pesci avean dovuto rinunziare perché la stiva era stata colmata...
Ora di tutto quel tempo non rimane che qualche anziano pescatore che ancora non s'è arreso...
e tutte le mattine lo scorgo sul molo ad osservar le nubi e scrutar il mare,ogni piega del viso suo è un racconto che vorrei ascoltare e che son sicuro lui vorebbe raccontare...poi con andatura stanca si dirige verso la sua piccola barca, e con gesti armoniosi inizia a rammnedar le reti che mille e mille volte ha calato, e le sue mani si muovon con provata esperienza,forse perché han carezzato più quelle reti che non il viso della sua compagna...
E da questi antichi ricordi mi faccio cullare...e mi perdo nel dolce passato che fu la vita mia...ma questa notte son venuto qui per l'ultima volta perché qui la mia preghiera a te fratello mare voglio affidare....
La luna ha stelle come velo prezioso che si stende sino all'orizzonte,riflessi argentei rischiarano gli anfratti più bui di questa scogliera...ed inizio a scendere verso il mare..ad ogni passo mille pensieri affollano la mente mia...qualche piccolo saltello su pietre a pelo dell'acqua ed eccomi su di un grande scoglio...circondato dal mare...qui mi distendo e guardo il cielo... chiudo gli occhi e mi lascio trasportare dal pensier del mio più grande amor...
Amor impossibile...nato tra mille parole scritte, destinato a viver tra quelle poche righe e a morir ogni qual volta i sogni al mattino svaniscono...
Nell'arco d'una notte insonne egli nasce e muore mille e mille volte...e seppur platonico arde di passion mille volte superiori a amor ben più concreti...di amor simili solo fu cantato ...Paolo e Francesca, Romeo e Giulietta, Ginevra e Lancillotto..ma questo è ben reale e molto più forte di amori che il tempo ha narrato… il destino ha voluto questo per me..egli si è divertito a dirmi si è lei l'amor della vita tua...puoi bramare i suoi baci ...puoi desiderare le sue carezze...ma non puoi averla, se non solamente in sogno...
Ed ogni notte sogno la sua pelle delicata...i suoi occhi profondi che risplendon come diamanti nel cuore mio... i suoi capelli...il suo profumo...la sua voce... mi accorgo che durante il giorno ogni qualvolta il mio pensier corre a lei,mi trovo perso e respirar diviene faticoso...mai in vita mia avrei creduto di poter provar simili emozioni...e ora che questi sentimenti turbano l'animo mio,mi accorgo di quanto vuota ed insignificante fosse la vita mia prima che incontrassi lei...
non potrei mai farne a meno...la sua anima completa la mia, come la notte completa giorno, come il cielo completa il mare...
Mai amor fu più puro ed incondizionato...
Mare mio vecchio e fidato amico fa si che il mio desiderio di saper lei per sempre felice possa avverarsi...
Proteggila come farei io quando in balia di grecali e marosi la sua anima si troverà...
Sii bravo confidente, con la stessa comprensione mia, nei giorni in cui verrà d'innanzi a te e alle onde tue affiderà i segreti del cuor suo...
Fa si che trovi nella persona a lei vicino una persona che l'ami almeno una goccia dell'amor che nutro io per lei...perché così saprò che l'ama veramente...
Anche se questo la porterà lontano dal cuore mio,che almeno non perda l'amicizia sua,quella mai...
Poiché il nome suo è il gioiello più prezioso che custodisco nel cuore mio...
Mille altri pensier di lei si rincorrono nella mente mia...
Apro gli occhi e una stella si separa dal ciel, scivola nel buio della notte, come la lacrima che in questo momento riga il volto mio…
Mi alzo e ritorno a casa , prima che il sol faccia capolino tra le creuze di questo magnifico borgo che è il paese mio...
Buonanotte Amor mio dolcissimo....

inviata da: Lancillot, sabato 17 gennaio 2004

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole