iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

home > le vostre parole > poesie > Michael Santhers > Saldi di fine stagione

Saldi di fine stagione

Il tempo lento e veloce
sempre nelle situazioni che non serve

l'estate è finita

Si aggirano gli ultimi turisti
come insetti sfuggiti a un pesticida

Al ristorante
sono tutti stanchi e un pò nervosi
un cameriere chiede a dei signori
cosa prendono da bere e questi
siamo venuti quì per mangiare

Fuori dal locale legato a un tavolino
non accttato dai commensali
un cane che ha perduto la memoria
non si ricorda di abbaiare
e cerca di scavare il pavimento

Vengo distratto dalla televisione
che parla di un uomo che passava davanti a una chiesa
e nel farsi il segno della croce
ha investito un bambino

Poi entra una donna brutta
con due bellissime figlie
e mi viene da pensare
che anche dal peggio si creano cose buone
e che non sempre ciò che promette bene
va per il meglio

In questi saldi di fine stagione
strizza il mio cuore una nonna
che mangia quasi niente
e considera suo nipote
come ultimo appiglio alla vita
che la stà per lasciare
---------------------------------
dal volume:pensieri che non dormono mai

inviata da: Michael Santhers, giovedì 12 febbraio 2004

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole