iscriviti alla newsletter di scrivimiamore

iscriviti alla newsletter di scrivimiamore ritorna alla home page

Un altro giorno

Dolcissima,
queste ultime settimane sono state veramente infernali. Abbiamo esagerato su tutto fino a farci solo del male. Pensando e ripensando, ancora non sono riuscito a trovare delle risposte serie che giustifichino questi giorni passati. Abbiamo veramente dato il peggio di noi. Se il noi di qualche mese fa potesse avere voce in capitolo ci farebbe a pezzi per tutte quelle parole inutili che sono uscite dalle nostre bocche. Che errore madornale abbiamo commesso. Il nostro amore era la spada e lo scudo più forte che avevamo nella vita. Noi eravamo la risposta a tutto quel dolore che un tempo ci ha sommerso, ma come due persone vuote abbiamo permesso al lato più diabolico di noi di distruggere tutti i sogni e le speranze che davano luce al nostro cuore. Che cosa stupida voltare le spalle all’amore! Sicuramente i nostri cuori sapranno aggiustare tutto l’accaduto, però nascosto nel profondo della nostra anima rimarrà sempre il ricordo e la vergogna di queste settimane.
Adesso lo abbiamo capito bene. L’amore è tutto, ma non una favola … la classica frase di chiusura “e vissero felici e contenti” per chi vive la vita vera non porta fra le sue righe nessuna morale, perché nonostante i cuori siano pieni d’amore andare avanti non è facile. È un cammino duro. La vita spesso ci ha dimostrato in più occasioni quanto sia difficile crescere, ma evidentemente non l’abbiamo mai ascoltata. Abbiamo solo sofferto senza mai domandarci il perché di tante delusioni. Sai, è facile far andare le cose bene quando tutto va bene, ma è un po’ più difficile farle andare bene quando tutto non va bene e credo che sia in questa circostanza che l’amore, i sentimenti la voglia d’andare avanti si mostrino nella loro più grande forza. Ci sorreggono, ci porgono una mano per lottare e vincere.

Le guerre non portano mai a niente. Lasciano solo dietro di se l’ombra vuota della sera …
La nostra la si può considerare una piccola guerra. Ti sei mai chiesta perché nascono le guerre? Io si, me lo sono appena chiesto. Nascono perché una persona non vuole accettare l’altra persona. Idee contrastanti causano una rottura e l’incapacità d’accettare la personalità dell’altra persona inizia l’ostilità. Tutti hanno dei pregi e dei difetti ed anche noi. Siamo umani e gli umani sono fatti così. Non si può cambiare la natura che è in noi, si può solo crescere insieme …
Si dice che “la mia libertà finisce dove inizia la tua”, ma noi ce ne siamo dimenticati. Accecati dalle nostre convinzioni personali ci siamo armati e fatto guerra. L’amore non è questo. L’amore è libero, vive quasi come una magia, come un fiore che non sfiorisce mai. Non siamo oggetti. Non possiamo permettere di metterci sulla mensola e stare lì perché non è il nostro posto. Noi non possediamo, ma amiamo …
Sarà proprio per questo che viene chiamato amore. Diamo e riceviamo incondizionatamente. L’amore è fatto così. Non basta mai dare, bisogna anche ricevere e viceversa, facendo però attenzione a non confondersi. Dare non vuol dire regalare, ma dare anche solo un sorriso ogni giorno. Sarà per questo che si dice che l’amore è troppo ma mai abbastanza …

Io ti amo e nonostante tutto ho ancora una gran voglia di fare tutto quello che nei nostri ritagli ci siamo confidati. Io voglio continuare ad andare avanti nella vita, ma con te fra le mie mani perché per me sei sempre importante ed unica. Io la penso sempre così. Tu sei nata per me, come io sono nato per te. Non mi importa di eri e del domani, mi importa solo di oggi e so che con te oggi sarà stupendo. Abbiamo scoperto dopo quindici mesi che la nostra capacità di comunicare traballa un po’, ma non mi importa, sono convinto che insieme possiamo farcela. In fin dei conti basta solo ascoltarci un po’ di più …
Basta pensare ai campi, al futuro e a quello che dovremmo essere, a me non importano più queste cose. A me basta averti accanto e qualunque sarà il nostro domani io sarò sempre felice perché del mio domani sarai solo tu la mia regina. Che brucino pure i campi, che crolli il mondo che finisca pure la speranza, l’importante è che tu sia con me. Insieme sapremmo far fronte ad ogni avversità. L’amore non è un gioco e ne una conseguenza della vita, l’amore è la vita. Siamo noi al primo posto su tutto. Siamo due mani strette tra di loro. Due vite parallele che corrono felici senza mai perdersi grazie a quella stretta. Ricordiamolo sempre Elena, l’amore non è una gabbia, l’amore è libertà. È bello avere degli interessi, alcuni potranno essere comuni, altri incompresi, ma che importa, sono solo interessi non amore. Noi siamo due mondi che si sono incontrati, siamo diversi, ma essere diversi non fa fatto. Come la Luna ed il Sole noi andremo avanti se ci amiamo. Loro non hanno nulla in comune eppure chissà perché continuano a corrersi dietro …

Ma ora basta scrivere. È giunto il momento d’aprire i nostri cuori e la nostra mente. Chiudere gli occhi e prendersi per mano camminando nella vita sotto questo bellissimo sole. Non so a che cosa penserai dopo aver letto questa lettera troppo lunga e non ti nascondo che sotto, sotto ne ho un po’ paura, ma è stato giusto scriverla, come sarà giusto leggertela e dartela fra poche ora, perché come in tutte le altre lettere che ti ho scritto qui c’è il mio cuore. Spero ci finisca anche il tuo …


inviata da: Il cacciatore di sogni, sabato 15 maggio 2004

 

 

 

vai alla home page noi lasciaci un messaggio i siti amici per qualsiasi informazione

ritorna alla home page le vostre parole